Museo del Ghisallo, tributo a Fiorenzo Magni. «Modello di grinta, tenacia e determinazione»

Mostra Fiorenzo Magni

«Un modello di tenacia, grinta e determinazione». L’assessore regionale alle Culture, Stefano Bruno Galli, con queste parole sabato al Ghisallo ha ricordato Fiorenzo Magni all’inaugurazione della mostra “Magnifico”, aperta al Museo del Ciclismo. Una rassegna con foto, cimeli, testimonianze dell’epoca curata da Carola Gentilini e dedicata al campione di ciclismo, al dirigente sportivo e all’imprenditore di successo oltre che l’umo che più di tutti si è battuto per erigere il museo stesso, inaugurato nel 2006.
Una esposizione che rimarrà aperta a lungo, proposta nel centenario della nascita di Fiorenzo Magni, venuto alla luce a Vaiano, in Toscana, il 7 dicembre del 1920. La sua scomparsa a Monza il 19 ottobre 2012.
Ieri mattina la cerimonia di inaugurazione con il presidente della Fondazione Antonio Molteni a fare gli onori di casa. Nell’occasione una serie di annunci. Lo stesso Molteni ha comunicato che in edizione limitata sarà rifatta la bicicletta di Magni, il modello con cui vinse il Giro d’Italia del 1955. Il sindaco di Magreglio, Danilo Bianchi, con l’assessore Galli, ha spiegato che è avviato l’iter per dare un nuovo volto alla zona che ospita Museo e Santuario. Sarà rifatta la piazza, con una “walk of fame” dei ciclisti più importanti e con una sorta di tribuna sul lago e sulle Grigne, che servirà anche in occasione degli eventi. Gianni Torriani ha invece fatto sapere che il premio dedicato a suo padre Vincenzo – sempre con ospiti di altissimo livello – sarà ospitato proprio al Museo del Ghisallo il prossimo 26 ottobre, il giorno dopo la fine del Giro d’Italia a Milano.
A rappresentare la famiglia Magni, la figlia Tiziana e il nipote Riccardo, che hanno anche ricevuto, oltre alle tante attestazioni di stima, le scuse dell’assessore Galli: «Dopo il taglio del nastro d’inaugurazione nel 2006 la Regione è poi scomparsa – ha detto – Una assenza ingiustificata per quella che è una struttura di altissimo livello e prestigio. Per questo motivo tenevo ad essere presente e a sottolineare la vicinanza a chi lavora ogni giorno per portare avanti il Museo del Ciclismo».

Mostra Fiorenzo Magni
Mostra Fiorenzo Magni


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.