Mutti lancia Sul campo e rivoluziona il mondo del pomodoro

Con InstaFactory

(ANSA) – ROMA, 09 SET – L’idea è catturare il momento della maturazione perfetta, direttamente sul terreno scelto e concentrando un intero impianto di lavorazione nello spazio di "appena" 1000 metri quadri, quanto quattro autotreni. Debutta così Sul campo, progetto all’avanguardia del Gruppo Mutti, da 120 anni pionieri nel settore delle conserve alimentari, che per la prima volta trasforma il pomodoro in Passata lì dove viene coltivato, appena colto. Come dice il nome, proprio "sul campo". Un sogno reso possibile grazie a InstaFactory, rivoluzionario impianto mobile in grado di raggiungere e lavorare il pomodoro lì dove nasce e nel "suo" momento migliore. Venti minuti appena (contro alcune ore) e il raccolto è pronto per essere imbottigliato in una passata a edizione limitata, che proprio per la rapidità dei tempi mantiene tutte le proprietà organolettiche e, in tema di tracciabilità, porta con se’ anche la firma del campo di origine. "Siamo i primi a lanciarci in questa sfida in cui il protagonista è sempre il pomodoro e chi lo lavora", spiega l’ad Francesco Mutti, ma che rappresenta "un modo del tutto nuovo di pensare alla produzione". "Solo un anno fa, sembrava impossibile", ammettono Giorgio Lecchi e Ugo Peruch, rispettivamente Direttore industriale e Direttore agricolo di Mutti Spa, ovvero coloro che hanno dovuto scardinare consuetudini consolidate in agricoltura ormai da 30 anni e costituire una squadra di progettisti tutta nuova, "senza pregiudizi", per ridisegnare il processo e rendere possibile la lavorazione del pomodoro in pochissimo spazio e in movimento. Con appena 4 operatori e 2 addetti alla logistica, l’impianto compie tutte e 8 le fasi, dal lavaggio al confezionamento, nel rispetto delle norme di igiene e sicurezza e in autosufficienza energetica. Quest’anno si parte coinvolgendo 3 delle 400 famiglie di agricoltori conferitori del gruppo Mutti: Calza, Franzoni e Aschieri. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.