Nascosti in un doppio fondo quasi 130 mila euro: servivano per comprare le “bionde”

I contanti sequestrati dalla guardia di finanza

Non avrebbe nascosto, di fronte ai finanzieri, il motivo per cui teneva tanti contanti occultati in un doppio fondo dell’auto: servivano per comprare, in Svizzera, sigarette di contrabbando. Novantamila euro e 41 mila franchi, che al cambio fanno circa 38 mila euro, che erano stati nascosti in un vano che era stato appositamente creato all’interno della vettura su cui viaggiava il fermato, ora denunciato alla procura della repubblica di Como con l’ipotesi di reato di riciclaggio. I contanti – suddivisi in banconote di vario taglio – sono invece stati posti sotto sequestro.

L’operazione, di cui ha dato nota la guardia di finanza, è stata compiuta dai militari del comando provinciale. I Baschi Verdi della Compagnia di Como, notando transitare un automezzo ad elevata velocità sulla Pedemontana nei pressi del territorio di Villa Guardia, hanno fermato il conducente che sin dalle prime battute, come riferito dai militari, si sarebbe «mostrato visibilmente nervoso». Per questo «e considerato l’elevato numero di precedenti di polizia, tra cui furto, rapina e contrabbando di sigarette», l’autovettura sarebbe stata condotta al valico di Brogeda dove ad attenderla c’erano un’unità cinofila e un militare specializzato nello scoprire e aprire i doppi fondi a scomparsa costruiti da officine specializzate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.