Nell’auto nasconde un arsenale. Egiziano fermato dai vigili per i controlli legati al virus

Polizia Locale controlli

Coltelli, martelli, una mazza da golf, computer e navigatori, oltre a 5mila euro in contanti.
È quanto hanno trovato e sequestrato gli agenti della polizia locale di Como su un’auto fermata per un controllo e condotta da un egiziano di 42 anni, residente a Milano ma domiciliato in Germania.
L’uomo è stato fermato per un controllo a Como. Ha dichiarato di essere in Italia per sostenere l’esame della patente per autocarri e di non sapere nulla delle restrizioni sanitarie. Gli agenti hanno effettuato un controllo più approfondito e hanno scoperto l’arsenale e i soldi.
Nel veicolo è stato trovato anche un giubbotto anti proiettile, manette, un cinturone e una tanica per il carburante, oltre a tre coppie di targhe tedesche per esportazione scadute di validità. Tutto il materiale è stato sequestrato e il 42enne è stato denunciato per ricettazione e porto abusivo di armi. È stato inoltre denunciato per aver violato il decreto sull’emergenza sanitaria. Ulteriori approfondimenti verranno eseguiti sul materiale sequestrato. Anche l’auto è stata sequestrata.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Sergio , 13 Marzo 2020 @ 11:09

    Dovrebbe essere trattato con reciprocità, fornendo all’Egitto la stessa colaborazione che hanno dato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.