Nell’ex ditta con la pistola in pugno. Patteggia 2 anni da fare in cella

alt

Arrestato dai carabinieri

(m.pv.) Ha patteggiato la pena di 2 anni e 2 mesi più 4 mila euro di multa. Detenzione che sconterà dietro le sbarre del carcere. Si è chiusa ieri mattina in tribunale a Como – pm Vanessa Ragazzi – la vicenda del 58enne di Alzate Brianza che, credendo di vantare un credito nei confronti di una impresa per cui in passato aveva lavorato (da lui stesso quantificato in 15 mila euro) pensò bene di presentarsi davanti al titolare armato di una pistola calibro 44 magnum con sei proiettili nel tamburo

(e la matricola abrasa) minacciando il debitore. Il protagonista del gesto risalì poi a bordo della sua auto allontanandosi. Una volta fermato dai carabinieri all’altezza di Montorfano, fu trovato in possesso della pistola illegalmente detenuta, ma anche di un manganello della lunghezza di 40 centimetri e un coltello a serramanico di 19 centimetri (9 di lama).

Nella foto:
Le armi sequestrate dai carabinieri erano in possesso dell’uomo che ieri ha patteggiato la pena detentiva che sconterà in cella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.