Niente Abbondino a don Roberto: «Una vergogna»

Piazza San Rocco, don Roberto Malgesini. Niente Abbondino d’Oro a don Roberto

Reagisce con forza e sdegno una parte della città alla notizia del mancato Abbondino d’oro al prete martire, don Roberto Malgesini, a cui il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha invece attribuito mercoledì la Medaglia d’oro al Merito civile. «Vergognatevi. Vergognatevi, siete all’unanimità pavidi e supini» grida sui social Patrizia Maesani, avvocato, già assessore a Palazzo Cernezzi con Alberto Botta e consigliere fino alla scorsa primavera, dopo aver lasciato Fratelli d’Italia nel 2018 per dissidi proprio sulla questione del dormitorio e dell’accoglienza.
La proposta dell’Abbondino a don Roberto era firmata proprio dal capogruppo di Fdi, Matteo Ferretti. «L’unica colpa di Ferretti è forse stata quella di non aver abbandonato i lavori della commissione quando la sua proposta non è stata accolta. Lui e Gervasoni dovevano uscire dall’aula e lasciare votare gli Abbondini agli altri – spiega al telefono al Corriere di Como Patrizia Maesani – Rispetto il no leghista, ma l’astensione e il commento di altri sono vergognosi. Il cancro di Como sono queste divisioni settarie. L’Abbondino a don Roberto non sarebbe stato solo un premio, ma la raccolta di un testimone. Ma quale ipocrisia? Nessuno si voleva lavare la coscienza. Si è persa un’altra occasione e la città si prende un altro schiaffo».
Patrizia Maesani ricorda il dramma di don Beretta, 21 anni fa. «Ero assessore – dice – Chiamarono in Comune, andai a Ponte Chiasso con il sindaco Botta, in tempo per vedere portare via in ambulanza don Renzo, che sarebbe morto in ospedale. Quella morte non ci ha insegnato niente. Abbiamo distrutto tutto quello che era stato costruito».
Luigino Nessi, Abbondino d’oro nel 2018 e una vita tra i banchi dell’opposizione, l’impegno sociale e lo sport, era un buon amico, come Patrizia Maesani, di don Roberto. «La medaglia d’oro attribuita da Mattarella mi ha emozionato sinceramente. Riguardo l’Abbondino, cosa volete che dica. Sarebbe stato bello, ma sarebbe stato molto meglio ricordare don Roberto quando era in vita. E mi fermo qui».
Infine il parlamentare di Fratelli d’Italia, Alessio Butti, che si affida a Facebook. «Il presidente Mattarella conferisce a don Roberto la Medaglia d’oro al Merito civile, ma il Comune di Como aveva bocciato la proposta di Fdi di dedicargli l’Abbondino – scrive Butti – La sinistra ha fatto come Ponzio Pilato, l’assessore Negretti ha bollato la proposta come “ipocrita”. Sono grato al Presidente della Repubblica, “ipocrita” come noi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.