Niente rivoluzione ai Portici Plinio. Il Pdl “congela” la decisione

Dal partito di maggioranza no anche alla ricapitalizzazione di Villa Erba
I bus non lasciano i Portici Plinio. Viene congelata, di fatto, ogni idea di pedonalizzazione della vasta area alle spalle di piazza Cavour. Il gruppo consiliare del Pdl, riunito ieri sera prima dell’inizio del consiglio comunale, ha discusso a lungo con l’assessore alla partita, Stefano Molinari, l’ipotesi di spostare in viale Lecco il capolinea dei bus e di eliminare i parcheggi blu da piazza Roma, piazza Grimoldi e via Pretorio.
Il gruppo di maggioranza relativa a Palazzo Cernezzi non

ha condiviso la proposta di Molinari. Moltissime le obiezioni sollevate, anche a fronte di alcune simulazioni portate dallo stesso assessore sugli effetti dello spostamento del capolinea.
Bocciata anche la sperimentazione, pure proposta da qualcuno. Le conseguenze di un cambio radicale della viabilità a ridosso delle elezioni è stato considerato rischioso.
UN NO ANCHE SU VILLA ERBA
Il gruppo del Pdl ha bocciato anche la ricapitalizzazione di Villa Erba. Su questo punto il sindaco, Stefano Bruni, aveva chiesto un pronunciamento del consiglio comunale per poter andare domani all’assemblea dei soci di Villa Erba con un preciso mandato dell’assemblea cittadina.
No, quindi, all’aumento di capitale e, indirettamente, via libera alla riduzione delle quote di partecipazione del Comune capoluogo. Il Pdl ha peraltro deciso di presentare un emendamento alla delibera in discussione ieri sera. Un emendamento con il quale il Comune di Como si dicesse favorevole in via generale alla ricapitalizzazione del centro espositivo pur non partecipando direttamente allo stesso aumento di capitale.
LE NOMINE IN CA’ D’INDUSTRIA
Prima che il consiglio iniziasse, e in risposta a una ennesima sollecitazione del consigliere di Rifondazione, Donato Supino, il sindaco ha comunicato i nomi dei cinque nuovi componenti del consiglio di amministrazione di Ca’ d’Industria.
Come annunciato da tempo, Palazzo Cernezzi ha indicato quale futuro presidente della casa di riposo l’ex assessore Dc Paolo Frisoni. Insieme con Frisoni, Bruni ha designato nel cda Angela Bertuzzi, già dirigente responsabile della ragioneria comunale e in pensione ormai da oltre un anno, l’avvocato Gaspare Morizzi, l’ex deputato del Partito Comunista Gianfranco Tagliabue e Pierangela Torresani, un tecnico con esperienza specifica del settore.
Il nuovo cda potrà riunirsi non appena la Regione Lombardia renderà noto il nominativo del proprio rappresentante.
MOTTOLA LASCIA IL PD
In sede di dichiarazione preliminare, sempre ieri sera, il consigliere Pd Vittorio Mottola ha annunciato di aver lasciato il partito nel quale ha militato a lungo e con il quale è stato eletto in consiglio comunale. Mottola ha aderito al Gruppo misto.
«La mia è stata una decisione meditata da tempo – ha detto – Scelgo altre strade per avere ancora la possibilità di fare politica sul territorio».

Nella foto:
I Portici Plinio continueranno, almeno per il momento, ad ospitare il capolinea degli autobus di Asf Autolinee

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.