Nino Balducci: “Quel calcio spumeggiante che solo la malattia ha potuto battere”

Il Calcio Como 1986/87

Il ricordo del commentatore principe delle vicende azzurre

Nino Balducci Nino Balducci

Da un pezzo lottava strenuamente con una malattia che non lascia scampo. Ma non credevo che potesse andarsene così presto. E questa mattina alle 8.34, quando la notizia della sua scomparsa è stata battuta da una testata nazionale, mi ha preso un groppo in gola. Emiliano Mondonico, “il Mondo”, si è arreso a una forza che non perdona. Lui, “allenatore” spensierato, che predicava un calcio leggero e giocoso. Lui che era approdato a Como in uno dei momenti in cui la squadra azzurra era retta da dirigenti con la D maiuscola e che avevano permesso al “Mondo” di creare quel gioco che divertiva ed esaltava e faceva gioire la tifoseria azzurra, già galvanizzata dal campionato precedente, con una salvezza incredibile creata dal cambio in corsa Clagluna-Marchesi.

Il Calcio Como 1986/87 Il Calcio Como 1986/87

Era la stagione 1986/87 e Mondonico arrivava in riva al Lario a esaltare le qualità di Tempestilli, Centi, Maccoppi, Giunta e Borgonovo, facendo il suo calcio spumeggiante, con quel suo smitizzare i problemi. Con il suo sorriso quasi guascone il Como finì il campionato a metà classifica. Gran risultato. Grazie “Mondo”, ti ricorderemo con simpatia e affetto per quanto ci hai dato, con quel tuo calcio spumeggiante e spensierato.
Nino Balducci

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.