Nomina di Molteni a sottosegretario, c’è il veto dei Dem

Matteo Salvini e Nicola Molteni

Dal Partito Democratico arriva il niet sul nome del canturino Nicola Molteni, nella foto, quale sottosegretario all’Interno. L’indiscrezione è stata riportata ieri dal quotidiano “La Repubblica” come il principale dei veti imposti dal partito di Zingaretti. No al braccio destro di Salvini, insomma, considerato che proprio Molteni era stato sottosegretario all’Interno durante il primo governo Conte. I Dem, che nelle poltrone dei ministri sono rimasti un po’ indietro rispetto agli altri gruppi parlamentari, vorrebbero ora viceministri e sottosegretari. Possibilmente donne, come D’Elia e Madia. Non viene mai fatto invece il nome della comasca Chiara Braga. Per il Carroccio, ad ogni modo, quello di Molteni resta il primo nome. Matteo Salvini vorrebbe il fedelissimo (con lui nella foto) per marcare stretto il ministro Luciana Lamorgese, con la quale notoriamente la Lega non ha un buon rapporto.
Nelle ultime ore, però, il Pd avrebbe messo il veto non solo su Molteni, ma sulla nomina di un deputato leghista come sottosegretario all’Interno, bocciando pure Stefano Candiani, che era stato l’altro sottosegretario dell’Interno nel governo gialloverde.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.