Non ce l’ha fatta l’uomo travolto 15 giorni fa a San Fermo

alt Giacò era molto noto L’Hockey Como chiede di osservare un minuto di silenzio per il suo ex dirigente
Roberto Giacò, 71 anni, ex dirigente del settore giovanile dell’Hockey Como, non ce l’ha fatta. Ieri mattina, a 15 giorni di distanza dall’incidente che l’aveva coinvolto mentre attraversava la strada a San Fermo della Battaglia, il suo cuore ha cessato di battere.
Troppo gravi le ferite – soprattutto alla testa – riportate nell’impatto contro una Fiat Punto che procedeva lungo via Roma.
Dal giorno dell’investimento, il 16 dicembre alle 11.30, Giacò era ricoverato nel reparto

di Rianimazione dell’ospedale Sant’Anna.
Personaggio molto noto a San Fermo ma anche a Casate, dove con l’immancabile sigaro in bocca era stato per anni una figura di riferimento dell’attività di hockey su ghiaccio. Come per i suoi due figli, Pietro e Matteo, giocatori importanti della prima squadra cittadina. Ieri, appresa la notizia della scomparsa di Roberto Giacò, è stato proprio l’Hockey Como a ricordare la figura del 71enne: «I dirigenti, lo staff tecnico e tutti gli atleti esprimono le più sentite e profonde condoglianze alla moglie e ai figli – dicono dal club di via Virgilio – Ti ricorderemo sempre a bordo pista con il tuo immancabile sigaro e le tue parole di conforto per tutti noi. Grazie Roberto». Per onorare il ricordo di Roberto Giacò, la società lariana ha chiesto la possibilità di effettuare un minuto di silenzio e giocare con la fascia nera durante la partita del campionato nazionale di serie B (dove milita oggi il Como) in programma il 4 gennaio prossimo, alle 18, contro il Feltreghiaccio.
Sul fronte dell’inchiesta, la salma rimane a disposizione del magistrato di turno in Procura, che valuterà se effettuare l’autopsia. L’automobile protagonista dell’investimento è già stata posta sotto sequestro. C’è da valutare con precisione, oltre alla dinamica dell’incidente, anche il punto esatto dove Giacò stava attraversando la strada in quanto il suo sigaro fu trovato in prossimità delle strisce pedonali. Le indagini sono affidate alla polizia locale del paese.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Giacò (a destra) con l’Under 19 del Como della stagione 1993-94

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.