Nuova accusa Gb a Russia, cerca di carpire vaccini

'Hacker al soldo del Cremlino dietro spionaggio sul coronavirus'

(ANSA) – LONDRA, 16 LUG – Nuova accusa del Regno Unito alla Russia, questa volta sul presunto tentativo di carpire i segreti delle ricerche occidentali sul vaccino contro il coronavirus. A lanciarle – dopo i sospetti mossi al governo d’interferenze durante la campagna elettorale del 2019 – sono in questo caso i servizi d’intelligence del National Cyber Security Centre che in un rapporto imputano ad "hacker russi quasi certamente" legati agli 007 di Mosca di aver preso di mira informazioni su progetti di ricerca anti-Covid britannici, ma anche di Canada e Usa. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.