Nuovi profughi a Prestino. La Prefettura paga 30 euro al giorno

altL’operazione “Mare Nostrum”
Il Comune di Como ha approvato la stipula di una convenzione con la Prefettura per la gestione dell’accoglienza dei profughi inviati a Como.
Nell’ambito del contingente assegnato a livello regionale, anche la città di Como è stata coinvolta nell’operazione umanitaria “Mare Nostrum”.
La convenzione, che sarà sottoscritta nei prossimi giorni, prevede il pagamento di un corrispettivo (quantificato in 30 euro al giorno) per le spese di accoglienza sostenute dall’assessorato alle Politiche Sociali.

«L’emergenza è continua – commenta il sindaco, Mario Lucini – Tutto il territorio si è messo a disposizione e il contributo del Comune era doveroso. È altrettanto vero che le preoccupazioni rispetto alle problematiche dell’accoglienza restano sul tavolo. L’Italia sta facendo molto ed è ora che l’Unione Europea si faccia carico del problema». I profughi saranno ospitati temporaneamente nel Centro di Prestino.

L’accordo tra Palazzo Cernezzi e la Prefettura nasce, peraltro, in un momento molto caldo sul tema. Soltanto pochi giorni fa, infatti, il deputato della Lega Nord, Nicola Molteni, polemizzò con toni fortissimi sul bando da un milione di euro indetto dalla Prefettura per sostenere le strutture private che accogliessero profughi.

Nella foto:
Una foto d’archivio del centro di Prestino che accoglierà i nuovi profughi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.