Nuovi soci, stadio e quattro interlocutori per il vivaio: Como 1907 su tutti i fronti

stadio Giuseppe Sinigaglia Como

Un incontro il 26 giugno con importanti interlocutori che potrebbero entrare nel Como 1907; quattro proposte, tutte da valutare per il settore giovanile. In mezzo l’accordo con il Comune per una dilazione sui pagamenti per lo stadio e il lavoro per ottenere il ripescaggio in serie C.
Mentre il presidente Massimo Nicastro è tornato in America, l’amministratore delegato del club Roberto Felleca in coordinamento con il massimo dirigente è impegnato su vari fronti.
Il primo è quello del possibile ingresso di nuovi soci. «Confermo che la situazione è ben differente da un anno fa – dice Felleca – Continuiamo a ricevere chiamate di persone che vorrebbero darci una mano. Non solo italiane, ma anche di altre nazioni. Noi ascoltiamo tutti e valutiamo ognuno: la prima cosa che ci interessa è la serietà degli interlocutori. Non possiamo permetterci di avere al nostro fianco persone sbagliate».
Un incontro importante, come detto, è fissato per il 26 giugno: non a caso Nicastro rientrerà dagli Stati Uniti il giorno 24.
Con la speranza che diventi effettivo il ripescaggio in serie C, Ninni Corda, collaboratore tecnico, sta valutando giocatori e riflettendo sull’allenatore. Fatta salva la stima più volte manifestata per Antonio Andreucci, ci sono una serie di considerazioni più generali che riguardano la categoria e l’eventuale collaborazione con grandi club, che potrebbero mandare sul Lario allenatori a loro legati.
Da decidere anche la sede del ritiro: Arona continua a corteggiare la società lariana per riavere il Como, al pari dello scorso anno. Corda sarebbe invece propenso a portare la squadra in Trentino.
Lo stesso Felleca attende una risposta dal Comune di Como per l’affitto dello stadio. «Abbiamo saldato tutto il 2017 – afferma – Per il 2018 chiediamo una dilazione che accorpi la fine della scorsa stagione e l’inizio della prossima. Sia ben chiaro: non vogliamo pagare di meno, ma solo una proroga». Per il ripescaggio la preparazione della documentazione che riguarda proprio lo stadio è in corso in questi giorni.
C’è poi la questione del settore giovanile, che registra una nuova clamorosa situazione. Fino a pochi giorni fa sembrava scontato l’accordo con la Football Agents Academy. Ora invece: «Le proposte di partnership sono quattro – afferma Felleca – In realtà erano molte di più, ma alla fine abbiamo fatto selezione. Una è la stessa Football Agents Academy, poi c’è Fox Town, già con noi lo scorso anno; inoltre ci sono altri due potenziali interlocutori. A tutti abbiamo chiesto di mandarci una lettera con le loro idee, indicazioni e programmi».
«Un punto voglio che sia ben chiaro – dice ancora il dirigente azzurro – Il Como non intende delegare ad altri il settore giovanile. Le linee guida saranno quelle della società, a partire da una maggiore interazione tra il vivaio stesso e la prima squadra. Chi arriverà sarà un partner, che andrà ad inserirsi in un piano della società».
Felleca si occuperà di questioni tecniche, il vicepresidente Stefano Verga di gestione e marketing. «Fino allo scorso anno c’erano compartimenti stagni e per avere giocatori del settore giovanile a disposizione della prima squadra bisognava sempre fare qualche discussione – conclude Felleca – Queste situazioni non si devono più ripetere».
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.