Nuovi treni in arrivo sui binari comaschi

Un treno dei pendolari

I primi 15 dei 176 nuovi treni acquistati da Regione Lombardia, con un investimento di 1,6 miliardi di euro, saranno destinati alla linea S11 Chiasso-Como-Milano-Rho, alla Colico-Chiavenna, alla Lecco-Sondrio e alla Lecco-Bergamo. Lo ha annunciato oggi l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi.

Il primo treno ad alta capacità “Caravaggio” sarà consegnato alla fine del mese per entrare in servizio a gennaio 2020, mentre il primo treno a media capacità “Donizetti” sarà consegnato a dicembre per entrare in servizio sempre a gennaio 2020. Entro giugno 2020 saranno consegnati 10 treni a media capacità (di tipo Pop/Donizetti) e 5 treni ad alta capacità (di tipo “Rock/Caravaggio”), quindi il programma di consegne proseguirà per tutto il 2020 e gli anni a seguire fino al 2024. L’iniziativa ha lo scopo di rinnovare progressivamente la flotta vetustà ereditata da Trenitalia che ha un’età media di 32 anni con punte di 45, mentre i treni conferiti da Regione e già in servizio hanno un’età media di 9 anni.

“Ennesima promessa mantenuta da parte di Regione Lombardia – ha detto oggi il sottosegretario con delega ai Rapporti con il Consiglio Regionale, il comasco Fabrizio Turba – Con questi nuovi treni certamente il territorio comasco, tra i principali per importanza economica, imprenditoriale e occupazionale, ne trarrà enormemente beneficio; ricordo che la tratta Chiasso-Como-Milano-Rho è tra le più frequentate dai tanti pendolari che ogni giorno la utilizzano per i vari spostamenti. Ci attendiamo ora che la stessa efficienza dimostrata ancora una volta da Regione Lombardia venga adottata anche da Rfi affinché ci siano periodicamente adeguati lavori di manutenzione fondamentali per il buon finanziamento dei treni”. I treni ad alta capacità doppio piano Caravaggio con 5 carrozze saranno utilizzati sulla linea S11 Chiasso – Como – Milano PG – Rho: 4 treni saranno utilizzati in turno giornalmente, mentre il quinto treno rimarrà a disposizione per la manutenzione. La migliore prestazione dei nuovi treni consentirà un recupero di puntualità su una linea che sofferto particolarmente negli ultimi anni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.