Nuovo album, la sfida positiva di Ivana Spagna

Ivana Spagna

Venerdì 25 ottobre esce, a distanza di 10 anni dall’ultimo album di inediti, una raccolta di nuove canzoni della cantante comasca Ivana Spagna.
Prende titolo dal suo anno di nascita, “1954”. Come fece Lucio Dalla con “1983” per festeggiare i suoi quarant’anni, ma qui il tabù da vincere non è solo mettere in pubblico il privato.
Per una donna, da una certa età in poi, quello che c’è scritto nero su bianco sulla carta di identità pesa come un macigno. E non tutte lo rivelano.
Per Ivana però non è così. «Sono stufa di nascondere la mia età, voglio che si sappia. Io sono questa donna che si vede in copertina, io sono così. Punto e basta. “1954” è una ripartenza, mi sento giovane dentro e pronta a sfidare il mondo. Perché la musica è soprattutto passione. Lo dico sempre ai giovani che vengono a salutarmi in camerino e vorrebbero intraprendere una carriere musicale. Se non avete passione, rinunciate. I talent show possono aiutarvi ad emergere, possono farvi salire in alto, ma se rischiate l’effetto meteora, se dopo un paio di stagioni sparite dalla circolazione, solo la passione può tenervi a galla. So bene che costa fatica, specie quando non hai una grande etichetta alle spalle, ma è quello che penso. E con questo album voglio dirlo chiaro. Mi sono messa al pianoforte, ho sentito che potevo produrre qualcosa di buono e di nuovo e ho deciso che era arrivato il momento giusto per proporre al mio pubblico nuove canzoni. Un album che è appunto una sfida, un messaggio di entusiasmo e fiducia che sono cose di cui abbiamo tanto bisogno oggi, in cui parlo di me. E di quel che ho capito della vita. Ogni giorno che ci viene concesso è un dono di cui dobbiamo dire grazie, perché possiamo così facendo stare accanto a chi ci vuole bene. La vita è un tesoro inestimabile».
Il primo brano è “Nessuno è come te”, singolo attualmente in rotazione radiofonica e video online dedicato agli amori impossibili che appaiono all’improvviso, non hanno lunga vita, ma ti segnano per sempre. «È un brano che mi è stato ispirato da una persona che vive a Como. Adoro la città e il lago, trovo che questi paesaggi così romantici anche quando il tempo è piovoso come in questi giorni siano i più adatti per comporre musica», dice Ivana. Che torna in questo album a una delle sue passioni, il paranormale. E lo fa con lo stesso coraggio con cui ci mostra la sua carta di identità. Paura dei commenti ironici? «No, sono convinta di quello che dico e che provo e che canto in una nuova canzone, “Mi manchi tu”», Dove appunto Ivana racconta i suoi dialoghi “medianici” con i suoi cari «che da tanto tempo vivono in un’altra dimensione». Sono cose che ho vissuto e vivo, che sento dentro profondamente.
Per ogni singolo esemplare del nuovo album di Ivana Spagna venduto sarà donato 1 euro all’associazione di volontariato sociale “City Angels”. Venerdì prossimo il disco sarà presentato al Megastore Mondadori di Milano (via Marghera, 28 – ore 18.30).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.