Nuovo blitz nei boschi dello spaccio. A Guanzate arrestati due pusher e sequestrati 4 chili di droga

Una parte della droga, i proiettili e la pistola Beretta sequestrati dalle forze dell'ordine nei boschi di Guanzate

Nuovo blitz nei boschi dello spaccio nel Comasco. Due uomini sono stati arrestati e altri due denunciati. Quasi 4 chilogrammi di droga, oltre 1.500 euro in contanti e una pistola Beretta sono stati sequestrati. Sono stati inoltre smantellati i giacigli e le tende utilizzati dai pusher come nascondigli.
Al centro del nuovo servizio straordinario di contrasto alla vendita della droga, eseguito venerdì dalle forze dell’ordine con il coordinamento della Prefettura di Como, sono stati i boschi di Guanzate. Cinquanta operatori delle varie forze di polizia hanno setacciato le aree verdi, con l’ausilio anche di un’unità cinofila e di un elicottero. Nascosti tra teli di plastica e immondizia, sono stati trovati e sequestrati 1.250 grammi di marijuana.
Nella zona tra Guanzate e Cirimido, gli agenti della squadra mobile della Questura di Como, con la collaborazione dei carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un italiano di 34 anni e un marocchino di 46 anni, accusati di spaccio. All’immigrato, irregolare, è stato contestato anche il reato di ricettazione perché nascondeva una pistola Beretta calibro 7,65 risultata rubata. Nella zona in cui i due sono stati fermati, le forze dell’ordine hanno scoperto e sequestrato quasi 900 grammi di hashish, 54 di cocaina e 188 di eroina, oltre a denaro contante e telefoni cellulari. Cinque clienti, trovati in possesso di dosi appena acquistate, sono stati segnalati come consumatori. Complessivamente sono state controllate 34 persone e 17 veicoli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.