Nuovo lungolago, i lavori saranno senza impatto per comaschi  e turisti.  La  carreggiata non si restringerà
Città, Territorio

Nuovo lungolago, i lavori saranno senza impatto per comaschi e turisti. La carreggiata non si restringerà

La soddisfazione è grande. Gli anni interminabili che hanno caratterizzato le vicissitudini del lungolago sembrerebbero ormai alle spalle, almeno nelle parole dei politici protagonisti della presentazione della nuova passeggiata. L’intervento, come specificato, si concluderà nell’aprile del 2022, in concomitanza con le nuove elezioni comunali, elemento da non trascurare. «Offriremo una soluzione definitiva al problema delle esondazioni del lago, riducendo al minimo l’impatto su tutta l’area di cantiere durante il quale il flusso viabilistico resterà immutato, quello pedonale sarà messo in assoluta sicurezza e non verrà ridotta l’attività della Navigazione», ha detto Massimo Sertori, assessore di Regione Lombardia con delega agli Accordi di programma.
E subito si scende nei dettagli. «Il piano di cantierizzazione redatto – ha spiegato Sertori – verrà suddiviso in fasi al fine di garantire ai cittadini la massima fruizione pedonale delle aree del lungolago e una invariata viabilità stradale. Di fatto l’intero marciapiede di Lungo Lario Trieste e Lungo Lario Trento sarà utilizzabile e non vi sarà nessun restringimento della carreggiata. Sono soddisfatto del progetto, frutto di un lavoro sinergico e continuo tra Regione, Infrastrutture Lombarde e Comune di Como. Sono assolutamente certo che i cittadini comaschi, e non solo, sapranno apprezzare il loro nuovo lungolago».
Grande soddisfazione anche del sindaco di Como, Mario Landriscina, accompagnato durante la presentazione dall’assessore Vincenzo Bella (Lavori pubblici). «È stato un lavoro di squadra entusiasmante. La nostra volontà da subito è stata quella di restituire il lungolago ai comaschi. Ci saranno, come ovvio, delle critiche. Sono abituato ma non mi tirerò indietro. In ogni caso oggi stiamo illustrando un qualcosa che finalmente potrà restituire ai comaschi la loro passeggiate», ha detto il sindaco. E sull’arredo urbano è intervenuto l’assessore Bella. «Sul fronte di ciò che andrà giustamente ad abbellire la passeggiata stiamo già lavorando. Ovviamente è ancora presto per dire cosa sarà realizzato ma le idee ci sono e le stiamo valutando. Utilizzeremo delle finiture architettoniche semplici che rispettino la bellezza dei luoghi. La passeggiata sarà una lavagna bianca su cui andare a disegnare la nuova città. E per limitare i disagi futuri alla viabilità abbiamo previsto in ogni caso che i materiali, una volta selezionati, arriveranno sulla passeggiate via lago», ha detto sempre l’assessore Bella.

9 ottobre 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto