Obiettivo Europa – La Briantea punta alla Vergauwen Cup

Basket paralimpico
Si pregusta una bella stagione internazionale per l’Unipol Briantea 84, formazione canturina di basket paralimpico, che ha ricevuto notizia dei sorteggi per la qualificazione alle coppe europee.
La squadra di Malik Abes è stata inserita nell’Euroleague 2, il girone che dà accesso alla Andrè Vergauwen Cup, ovvero la Uleb Cup del basket in carrozzina, seconda solo alla Coppa dei Campioni.
«Siamo molto eccitati per questa avventura europea che ci aspetta – commenta Abes, il tecnico
dei brianzoli – Sicuramente è un passo in avanti rispetto alla scorsa stagione quando lottavamo per la Challenge Cup. Questa volta cresce il prestigio del trofeo in palio; allo stesso modo penso sia cresciuta la qualità tecnica di questa squadra».
Le qualificazioni dell’Eurocup per il gruppo D, dove è stata inserita la Unipol, sono in programma dal 7 al 10 marzo a Grenoble, in Francia, dove il quintetto lombardo troverà i padroni di casa del Meylan Grenoble Handibasket, già conosciuti nella passata stagione nella finale di Challenge Cup a Seveso, il Club Tregonois de Lannion, l’inglese Oldham Owls e i russi del Bkis Nevsky Alyans.
«Saranno quattro partite da vincere per poter sperare nella finale della Vergauwen Cup – aggiunge Abes – ma sono convinto che potremo giocarcela alla pari con tutte le nostre avversarie. Credo, anche per quello che ho visto finora, che questo gruppo abbia i numeri per poter fare un buon campionato e anche una bella figura in Europa».
La preparazione della Unipol è iniziata da poco, con l’arrivo di tutti i nuovi innesti internazionali, e il primo effettivo test è stato quello Oltralpe contro la squadra del Le Cannet. Nella due giorni di ritiro, i brianzoli hanno vinto ampiamente entrambi i match per 53-81 e 58-88 contro la seconda forza e secondo miglior attacco del campionato francese. Le ragioni stanno nella grande intensità, velocità e schemi tattici di quella che è stata definita dagli stessi francesi come una vera e propria «macchina vincente», proiettata ai vertici europei.
«Nonostante non fossimo al completo, vista l’assenza di Santorelli e Crespi impegnati nel raduno della nazionale under 22, siamo riusciti a provare tutti i quintetti – conferma Abes – Abbiamo fatto vedere una parte del nostro potenziale, del resto sono pochi giorni che possiamo allenarci tutti insieme. Ci vorrà ancora un po’ di pazienza per avere la Unipol che immagino».
La squadra brianzola ha davanti a sé ancora due settimane per prepararsi al debutto nel campionato italiano di serie A: sabato 20 ottobre, alle 20.30, la Unipol accoglierà davanti al suo pubblico il Santo Stefano Marche.

Nella foto:
Importanti ambizioni per l’Unipol- Briantea 84, formazione canturina che milita nella massima serie nazionale di basket paralimpico. Oltre al torneo tricolore, il club conta sulla qualificazione alla fase finale della Vergauwen Cup europea

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.