Omicidio al campo sportivo di Veniano: la difesa si rivolge al Riesame

omicidio di un giovane nel parco di Veniano

Prima mossa della difesa di Giorgio Luraschi, il 47enne di Fenegrò accusato di aver ucciso a coltellate un 25enne a Veniano, la sera del 16 giugno scorso, nel pieno della festa del paese. Il suo legale Roberto Colombo – che difende l’operaio assieme al collega Luca Gabrielli – ha depositato ieri la richiesta di Riesame. La data dell’udienza deve ancora essere fissata e anche le motivazioni al momento non sono note. L’arrestato deve rispondere di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla presenza di un minore.
Nel primo interrogatorio davanti al giudice delle indagini preliminari, l’indagato aveva sostenuto di essere stato aggredito da Hans Junior Krupe, la vittima, e di essersi difeso. Una tesi che non era stata accolta dal gip, che dopo l’interrogatorio aveva confermato la custodia cautelare in carcere.
Hans Junior Krupe era stato accoltellato al campo sportivo di Veniano, durante la festa del paese, dopo una breve discussione con il 47enne per alcuni spruzzi d’acqua.
Luraschi, che aveva un coltello a serramanico in tasca (con la lama di nove centimetri), aveva estratto l’arma e aveva colpito due volte il giovane nel corso della colluttazione.
Fatale – secondo l’autopsia – era risultata la coltellata alla spalla, che aveva reciso arteria e vena del 25enne, morto dissanguato nonostante i soccorsi immediati.
L’aggressore era stato fermato poco dopo, nella sua abitazione a Fenegrò. Aveva riaccompagnato moglie e figli e aveva deciso di costituirsi, convinto di aver solo ferito il ragazzo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.