Ora il Como sbarca in Russia in una scuola calcio di Ivanovo

altLa proposta di partnership
Il progetto coinvolge già 200 ragazzini, 50 sono orfanelli

(p.an.) Parlerà russo il prossimo bomber del Como? Difficile a dirsi, anche se l’attaccante esterno sinistro Nikita Bondarev ha ben impressionato i tecnici di Orsenigo. Nikita, con i suoi 16 anni, è però solo la punta di un iceberg. Sta infatti nascendo un’importante asse tra Como ed Ivanovo, città di 400mila abitanti, 300 chilometri a Est di Mosca. Tutto inizia con un viaggio in Russia dell’ex sindaco di Sant’Abbondio, Sandro Meregalli. Nel 2010, Meregalli si trova per diversi mesi ad Ivanovo

per informatizzare un’azienda tessile. Inizia anche a seguire le squadre locali di calcio, sua grande passione. Ottimo materiale umano, ma tecnici non eccelsi. E così, Meregalli inizia a pensare a una scuola calcio e parla dell’idea a Paolo Goni, imprenditore lariano, il signor “Misultin Zone”. L’idea viene subito appoggiata dalle autorità locali e già il primo anno si iscrivono 200 ragazzi, tra i quali 50 orfanelli di Shuya, città a 30 chilometri da Ivanovo.
Responsabile e supervisore della scuola è Carlo Garavaglia, ex allenatore delle giovanili del Milan. Visto l’esito positivo della prima esperienza, Goni pensa a un interscambio tra le scuole di calcio russe e il Como.
«Abbiamo proposto l’idea al Calcio Como – spiega Goni – e i dirigenti hanno subito capito le intenzioni e accettato di collaborare. Al momento si tratta di una partnership dal punto di vista tecnico, con un apporto di allenatori e addetti alla formazione dell’Accademia e alla valorizzazione dei giovani. A novembre è previsto un viaggio ad Ivanovo da parte del presidente del Calcio Como, Pietro Porro, insieme con alcuni soci. Nel corso della trasferta verrà anche ufficializzato l’accordo con le autorità russe» conclude l’imprenditore.
E il primo passo della collaborazione è stato l’arrivo di Nikita per uno stage ad Orsenigo.

Nella foto:
Giovani calciatori del Como in allenamento. Prossimamente potranno contare su rinforzi dalla Russia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.