Orchestra a plettro al “Carducci”
Cultura e spettacoli, Spettacoli

Orchestra a plettro al “Carducci”

L'Orchestra Flora di Como L’Orchestra Flora di Como

Nuovo concerto dell’Orchestra a plettro Flora 1892 di Como, mercoledì 30 maggio in occasione del 125° anniversario di fondazione del sodalizio. L’evento sarà nel Salone Musa dell’associazione Carducci a Como in viale Cavallotti 7 alle 20.30. Un’istituzione cittadina di primo piano, l’Orchestra a Plettro “Flora” insignita dell’Abbondino d’Oro del Comune di Como nel 2000, raggiunge in piena attività il ragguardevole primato dei 125 anni ed è la seconda in Italia per longevità tra le compagini mandolinistiche, dopo l’Orchestra Mazzuttini di Udine fondata nel lontano 1887. Quasi 120 i musicisti attivi. Ingresso libero.

Difficile individuare un punto d’incontro tra giardinieri e musicisti. Ma, se si considerano l’estro e la creatività, che stanno alla base delle due professioni, il legame appare meno arduo. E la storia lo conferma. Era, infatti, il lontano inverno 1892, quando un gruppo di giardinieri delle ville della sponda occidentale del Lario decise di incontrarsi, dopo il lavoro, per suonare insieme, dando così vita ad un circolo di 26 soci dal nome “Flora”. Da allora, con alterne vicende, il sodalizio proseguirà la sua vita, tuttora attiva.

L’iter dell’Orchestra Flora è stato ripercorso da Giulia Larghi e Paolo Cristina nel volume “Il Flora”. Note di mandolini sulle rive del Lago di Como, pubblicato dall’orchestra stessa con il contributo della amministrazione provinciale. Attraverso un’indagine storica, condotta dalla giovane universitaria, che è anche mandoloncellista del Flora, e le ricostruzioni aneddotiche del cultore di filosofia e teologia medievale, prematuramente scomparso durante la stampa del libro, vengono analizzate le vicende del sodalizio dalle origini, quando altro non era che un semplice circolo ricreativo, ai successi musicali della prima metà del Novecento.

In questo periodo, infatti, i musicisti sono sovente impegnati in concorsi mandolinistici nazionali ed internazionali, dove si distinguono con riconoscimenti e primi premi. A frenare l’attività dell’orchestra a plettro comasca, come quella di molte altre, sono i conflitti mondiali. L’antica vivacità ritornerà nel secondo dopoguerra, ma il processo di decadenza sarà ormai alle porte, in quanto cambiano le possibilità di ascolto della musica. Se alla fine dell’800 erano le orchestre a plettro a trascrivere o a rielaborare le opere liriche e sinfoniche, rendendole accessibili alle classi popolari, ora radio, televisione e dischi, unitamente ad una maggior accessibilità ai teatri anche da parte di un pubblico non d’élite, offrono altre occasioni di contatto con la musica.

Il Flora, comunque, sopravvive e riprende a partecipare con successo a concorsi. Nel frattempo, però, muta la sede, che da quella originaria di via Borgovico, dopo aver conosciuto anche la prestigiosa dimora dell’Istituto Carducci, arriverà all’attuale ubicazione di Sagnino, dove il cerchio sembra richiudersi. Qui, infatti, condivide gli spazi con la Società Ortofloricola Comense, suggellando un ritorno alle origini, quando tutti gli orchestrali erano giardinieri. I suoi meriti artistici e culturali non sono certo passati inosservati ai comaschi se, nel 2000, l’Orchestra a plettro Flora riceverà  come detto il prestigioso riconoscimento dell’Abbondino d’Oro, la massima onorificenza attribuita dal Comune. Oltre a queste testimonianze più recenti, il volume è corredato da un’interessante serie di documenti, tratti dall’archivio musicale del sodalizio, composto per il 75% da trascrizioni e da un 15% di brani originali per orchestra a plettro. Le prime sono prevalentemente manoscritte, mentre le seconde sono per lo più a stampa.

29 maggio 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto