Ospedale Sant’Anna e parcheggi: il cartello contro la sosta selvaggia

Cartello sanzioni divieto di Sosta Ospedale S. anna San Fermo

Quello dei parcheggi per l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia è sempre stato un tema caldissimo. L’autosilo per gli utenti ha infatti tariffe elevate e spesso non è sufficiente ad accogliere tutti. Stessa situazione per gli spazi per la sosta dei dipendenti.
Fin dall’apertura del presidio si è aperta la questione sosta selvaggia, con auto parcheggiate ovunque, anche sulla strada. I Comuni interessati, San Fermo appunto e Montano Lucino, non ci hanno pensato due volte e hanno avviato pesanti campagne repressive, mai terminate, contro gli automobilisti indisciplinati. Nel mirino degli inflessibili agenti della polizia locale pure i motociclisti sorpresi a lasciare le loro due ruote fuori dagli spazi.
Uno dei punti più critici resta quello della rotonda proprio davanti all’ingresso carraio dell’ospedale Sant’Anna. Ed ecco che il Comune di Montano Lucino ha pensato di aggiungere un monito nel tentativo di far cambiare idea a chi avesse l’intenzione di parcheggiare l’auto proprio in quel tratto. “Attenzione – avverte un cartello – da gennaio a novembre 2016 abbiamo emesso 310 sanzioni”.
Non è chiaro se l’avvertimento abbia funzionato. Non resta che attendere che il Comune aggiunga un nuovo pannello, magari con i dati più aggiornati sulle multe. Un modo concreto per valutare, numeri alla mano, l’efficacia della campagna persuasiva pensata dal comando di polizia locale del Comune di Montano Lucino.

Articoli correlati

3 Commenti

  • marco , 30 Luglio 2018 @ 11:23

    Sulla rotonda di San Fermo, non c’è bisogno di un cartello e la gente non ci parcheggia…
    Stili differenti.

  • Sergio , 29 Luglio 2018 @ 20:10

    Invece di installare quel cartello non era meglio metterci un paio di telecamere per rilevare in continuazione chi si “Ferma” o “Sosta” elevando direttamente le sanzioni. Il divieto di sosta in quella località è del tutto apprezzabile e non capisco chi si ostina a lasciare li il proprio autoveicolo.

  • Alessandro , 29 Luglio 2018 @ 13:02

    Io penso che più che reprimere…bisogna creare parcheggi…e poi le tariffe più agevolate…teniamo conto che è un ospedale è uno non ci va per divertirsi…inoltre alle macchinette per i parcheggi perché non dotarle di pagamento bancomat o carta di credito?…ringrazio tanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.