Ostello, bando deserto. Per il ristorante di Villa Olmo quattro offerte

Ostello Gioventù

Quattro offerte per il ristorante “Spiaggia” mentre è andato ancora deserto il bando per la concessione dell’Ostello della Gioventù di Como. Il termine per la presentazione delle offerte è scaduto questa mattina mentre l’asta sarà effettuata il 10 gennaio. Nessuno ha presentato un’offerta per gestire la struttura di via Bellinzona 2, attiva dal 1950, che sorge dove un tempo erano le scuderie di Villa Olmo. Il Comune ci riprova abbassando il canone annuo a base d’asta per l’Ostello da 60.600 euro a circa 46.000 per un contratto di sei anni. «Evidentemente la cifra resta troppo elevata – dice l’assessore comunale al Patrimonio Francesco Pettignano – Valuteremo se abbassare ancora l’importo».
Quattro invece le offerte arrivate al Comune per l’affidamento in concessione del ristorante di Villa Olmo. Come per l’Ostello anche per il ristorante la concessione è della durata di 6 anni. Il canone annuo a base d’asta è fissato a 51.775 euro. Sempre nel compendio di Villa Olmo resta aperto un altro capitolo, quello del Lido. Il Comune tenta di porre rimedio al rischio di un’altra estate all’asciutto per i comaschi. «Siamo in attesa delle ultime stime da parte dell’ufficio tecnico sui danni alla struttura», spiega l’assessore Pettignano. Per far partire i lavori occorre però sottoscrivere il contratto tra Comune e società a cui sarà affidata la struttura, in questo caso la Villa Olmo Lido di Porta e Locatelli, nella speranza che l’estate 2019 non sia un’altra estate senza lido.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.