Ostello della gioventù, nove offerte per la gestione

ostello di villa Olmo

L’Ostello della Gioventù di Villa Olmo lotta per un futuro che ad oggi è ancora impossibile ipotizzare. Sono nove i soggetti che hanno avanzato un’offerta economica per incaricarsi della gestione dell’immobile.
«Le buste contenenti le proposte saranno aperte giovedì – spiega al riguardo l’assessore al Patrimonio del Comune di Como, Francesco Pettignano – Una volta effettuate tutte le verifiche del caso passeremo all’affidamento della struttura». Il Comune ha deciso di avviare la trattativa privata dopo che anche il quarto tentativo di aggiudicare l’immobile attraverso un bando è andato fallito.
Sono stati in totale 37 i sopralluoghi effettuati durante i mesi estivi, 21 le manifestazioni di interesse arrivate a Palazzo Cernezzi e ora nove le offerte economiche presentate per gestire la struttura. L’immobile di via Bellinzona era attivo dal 1950 e sorge dove un tempo si trovavano le scuderie di Villa Olmo, sul retro del parco cittadino. Dal 1999 è lo stabile era adibito a ostello della gioventù.
L’immobile è costituito da un edificio per i pernottamenti con una capienza in grado di ospitare fino a 42 persone. Al piano terra si trovano quattro camere con sei posti letto ciascuna, mentre tre ulteriori camere (sempre da sei posti ciascuna) sono al primo piano. Nello stabile rientra anche un locale adibito a bar e ristorante. Dopo due stagioni di chiusura la speranza è che nella giornata di giovedì si possa procedere con l’assegnazione dell’immobile in maniera tale che possa riaprire al più presto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.