Ottavio Dantone e l’Orchestra Haydn eseguono Gluck, Haydn e Mozart

Ottavio Dantone e l’Orchestra Haydn

Venerdì 22 novembre, alle ore 20.30, il terzo appuntamento della stagione concertistica della stagione notte 2019/2020 del Teatro Sociale di Como/ AsLiCo, con l’Orchestra Haydn e Ottavio Dantone, per un concerto che desidera rivelare l’estro, le innovazioni, le riforme di tre grandi geni, che decretarono il passaggio tra il periodo barocco e quello classico: Gluck, Mozart, Haydn. L’Orchestra Haydn e Ottavio Dantone sono rinomati in ambito internazionale, per essere specialisti in questo repertorio, molto suggestivo, ma sovente di difficile esecuzione, per motivi di fedeltà e rigore filologico. Ottavio Dantone ritorna al Teatro Sociale di Como dopo il successo ottenuto nella scorsa stagione, per la direzione di Rinaldo di Händel, coprodotto dai Teatri di OperaLombardia.

Se si prende come data convenzionale, per definire la fine del periodo barocco, il 28 luglio 1750 (morte di Johann Sebastian Bach), tutti i brani proposti in questo concerto (le Danza delle furie – Danza degli spiriti beati di Gluck, la Sinfonia n. 80 in re minore Hob:I:80 di Haydn, la Sinfonia n. 29 in la maggiore K 201 (K6 186a) di Mozart) dovrebbero non più appartenervi, ma in realtà costituiscono il ponte che legò idealmente due fasi importanti, per rivoluzioni e stili. La verve e l’ironia rimasero leve imprescindibili, che continuarono ad alimentare il mordente dei compositori e ciascuno vi tese con un proprio sigillo inconfondibile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.