Ecco i tesori d’arte sacra dei migranti comaschi

Sacro Monte Ossuccio

Lario, storica terra di emigrazioni con importanti eredità. Il 15 e 16 novembre prossimi il Sistema Museale della Diocesi di Como e la Fondazione Centro studi “Nicolò Rusca”, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura di Como, organizzano un convegno internazionale sull’arte degli emigranti nella Diocesi di Como. Una presenza significativa all’interno del patrimonio artistico dell’antico territorio diocesano sono infatti i donativi di opere d’arte inviate da coloro che abbandonavano la patria e si trasferivano nei principali centri italiani ed europei alla ricerca di opportunità professionali. Questi donativi sono stati il tramite per la diffusione di particolari devozioni e iconografie, specchio di scambi e relazioni culturali. Il convegno sarà in due sessioni, una storica, per meglio contestualizzare il fenomeno, e una storico-artistica dedicata a fatti rappresentativi del territorio, scelti nei vari ambiti della pittura, della scultura, dell’oreficeria e dei tessili. Il 15, dalle 9.30 alla Fondazione Centro Studi “Nicolò Rusca”in via Baserga 81, Sala Giuseppe Re, parlerà ad esempio di “Migrazioni e montagne lombarde in Età moderna: peculiarità e uniformità territoriali, continuità e mutamenti temporali” lo studioso Guglielmo Scaramellini che terrà anche una relazione su “Emigrazione dalla Valchiavenna in Italia e in Europa (secoli XVI-XIX)”. Simonetta Coppa parlerà de “I tesori degli emigranti nell’arco alpino occidentale. Lo stato degli studi e alcune considerazione di metodo”. Il 16 dalle 9.30 il convegno si sposterà nella Pinacoteca di via Armando Diaz 84 a Como. Tra gli interventi, “Le oreficerie palermitane sei e settecentesche degli emigrati di Stazzona” di Rita Pellegrini, recente curatrice della mostra sui calici del Duomo di Como, mentre di “Emigrazione e committenza: il caso del Sacro Monte di Ossuccio” (nella foto) parlerà Paolo Vanoli. Ingresso libero, informazioni e programma completo su www.centrorusca.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.