Palio del Baradello nel segno delle donne

altLa presentazione

«Fare cultura divertendo». Questo il motto che il nuovo presidente dell’Associazione cavalieri del Palio del Baradello, Laura Bordoli, la prima donna a ricoprire questa carica, ha scelto per presentare la 33ª edizione del Palio. La manifestazione si svolgerà a Como dal 30 agosto al 30 settembre e, afferma Bordoli, sarà «ricca di proposte aggreganti e coinvolgenti per tutti, non soltanto per gli appartenenti alle diverse contrade».
Oltre alla sfida tra Camerlata, S. Martino, Tavernola, Camnago Volta e Cernobbio, che si affronteranno su tre

competizioni (6 settembre corsa sui trampoli, 8 “cariolana” e 15 tiro alla fune) per determinare il vincitore di quest’anno, il Palio vivrà di molte iniziative e avrà il suo consueto clou domenica 15 settembre con il “Gran corteo storico del Barbarossa”, sfilata che partirà dal piazzale dell’Ippocastano alle ore 15, percorrendo la città lungo le vie Milano, Vittorio Emanuele e piazza Duomo, per giungere in piazza Cavour, dove si terrà la premiazione della contrada vincente. L’occasione, afferma l’assessore alla cultura del Comune di Como, Luigi Cavadini, «ha un rilevante valore storico e turistico e mira, inoltre, a presentare ai giovani la storia della nostra città».
Tra le novità di quest’edizione, per la prima volta patrocinata dal Fai, va segnalato il progetto culturale che vedrà protagoniste alcune scuole della città e della provincia. Il Palio si aprirà venerdì 30 agosto alle 17.30 in Sant’Abbondio con la tradizionale cerimonia del “Cero votivo” alla presenza di monsignor Diego Coletti, vescovo di Como. L’imperatrice dell’edizione 2013 sarà la bella Silvia Venturi, 25 anni, assistente sociale e laureata in Scienze per il lavoro sociale e le politiche di welfare. Un ultimo invito è di armarsi di macchina fotografica durante il Palio e inviare una foto entro il 16 ottobre al concorso organizzato con il Foto Cine Club di Cernobbio.

Edoardo Testoni

Nella foto:
Laura Bordoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.