Paolo Conte: «Carimate, bel posto e bei ricordi»

Paolo Conte suonerà a Lugano

Primavera 1979, allo Stone Castle Studio a Carimate si produce l’album “Un gelato al limon”, terzo lavoro della discografia di Paolo Conte, una svolta per l’avvocato cantautore astigiano che il 24 agosto alle 21 tornerà a suonare nella vicina Svizzera, in piazza della Riforma a Lugano, a cinquant’anni esatti dal successo di “Azzurro”.
Un disco fondamentale che i produttori ricordano venne registrato durante la notte, con Paolo Conte che si ferma a dormire al Castello di Carimate per non fare avanti e indietro dalla sua Asti.
L’incisione vede in scena Walter Calloni alla batteria, Franco Mussida alle chitarre e Patrick Djivas al basso, più altri celebri musicisti come Flaco Biondini storico, chitarrista di Francesco Guccini, Renè Mantegna alle percussioni, Gianni Zilioli alla fisarmonica e glockenspiel e altri ai fiati e agli archi.
Tra le canzoni, la celebre “Bartali” e nello studio di registrazione a fianco, c’è invece Eugenio Finardi che sta registrando “Rokkando Rollando”.
Abbiamo chiesto al maestro cosa ricorda di quell’esperienza in studio, e di quel luogo, per un disco che ha rappresentato una svolta nel suo percorso. Conte, Walter Calloni che abbiamo da poco intervistato ha parole di grande ammirazione per la sua creatività inesauribile e per l’atmosfera che da batterista ha vissuto in studio durante l’incisione.
«Carimate, bel posto, bei ricordi, bel disco – dice Conte – Grazie di avermi ricordato Walter Calloni (e che saluto tramite il “Corriere di Como”). Ho sempre pensato che un drummer sensibile non serva soltanto a tenere il tempo, ma dalla lontananza della sua postazione (quando si registra, per evitare troppo rientro acustico, li chiudiamo in un gabbiotto di vetro) non si lasci sfuggire niente, dagli snodi dell’armonia alle movenze della melodia, al colore del sound».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.