Paolo Grossi: «Il vaccino è sicuro al 95%, sciocco non farlo»

"Nuovi dati" sul vaccino anti-coronavirus

«Non vaccinarsi è un atteggiamento sciocco». È diretto e non usa giri di parole Paolo Grossi, professore di Infettivologia all’Università dell’Insubria e direttore delle Malattie infettive e tropicali dell’Asst Sette Laghi. Sarà lui una delle persone selezionate per ricevere una delle prime dosi del vaccino domani, 27 dicembre. Il professore, con anche varie cariche a livello regionale e nazionale nei comitati tecnici Covid, ribadisce come «il vaccino, in base ai dati in nostro possesso, è efficace al 95%. Dunque è questa l’unica arma in nostro possesso per contrastare la pandemia».
Il compito più difficile sarà sicuramente quello di «portare a termine una campagna vaccinale che dovrà coinvolgere 60 milioni di persone – spiega Grossi – E ci vorranno mesi prima di raggiungere un’immunità tale da consentirci di tornare a una vita normale».
Quindi i tempi non saranno molto brevi. «Reputo che il 2021 sarà necessario per compiere tutta questa enorme operazione. L’unico problema che vedo e che credo possa concretizzarsi è quello di non avere abbastanza dosi di vaccino a disposizione. Sarà sicuramente questo uno dei temi fondamentali dell’intera operazione».
Questo anche perché «si tratta di un vaccino o di più vaccini, che hanno caratteristiche particolari e che necessitano di misure di conservazione particolari», spiega Paolo Grossi. L’ultimo riferimento è al passato. «Credo che la storia sia sempre di insegnamento. Grazie alle vaccinazioni sono state eradicate malattie come la polio e il vaiolo. I vaccini hanno sempre condizionato svolte epocali e così dovrà essere anche ora. Ecco perché le persone devono capire che è necessario vaccinarsi. Ripeto, è sicuro e non bisogna avere paure di alcun tipo».
Domani dunque il professor Grossi, insieme ad altri colleghi, sarà tra i primi a essere vaccinato. «Mi è stato chiesto e ho subito aderito all’iniziativa. È necessario dimostrare con i fatti concreti la bontà di questa operazione fondamentale per il futuro di tutti noi», conclude.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.