“Parada par Tücc” ecologica per salvare il nostro pianeta

La Parada par tucc a Como

L’homo sapiens è in “via di estinzione”? C’è chi non vuole arrendersi di fronte alla globalizzazione dell’inquinamento, e scende in piazza, non per protestare ma per condividere emozioni e pensieri in una grande festa colorata e multimediale.

Un appuntamento da mettere in agenda perché non smette di far funzionare il cervello quando si diverte. Il prossimo 8 giugno si svolgerà a Como la Parada par Tücc (nella foto, un momento della scorsa edizione). Quest’anno il tema sarà proprio l’attenzione all’ambiente.

La manifestazione partirà da piazza Volta, percorrerà le strade della città murata e arriverà in viale Corridoni ai giardini a lago del capoluogo lariano dove si svolgerà la festa in collaborazione con Ciao Como Radio. Ritrovo con gli animatori e i vari gruppi in piazza Volta dalle 15, dove il corteo partirà alle 16.30.

Siamo ormai alla undicesima edizione della kermesse che coinvolge in collaborazione con il Comune di Como – Politiche Giovanili e con l’associazione del Volontariato Comasco-Centro Servizi per il Volontariato, organizzazioni, associazioni, gruppi informali e singoli cittadini in un’attività artistica di partecipazione sociale. In tutto una settantina di soggetti, niente male in una città accusata spesso di essere individualista e poco avvezza al lavoro di squadra. Se anche così fosse, ecco un evento in decisa controtendenza, che guarda avanti mettendosi in gioco sui temi “trasversali” della difesa dell’ambiente e della salute del pianeta che è per noi l’unica casa. La manifestazione coinvolge ben sessanta giovani volontari che si impegnano tutto l’anno per arrivare all’evento finale. Nell’ultima edizione hanno sfilato più di 800 artisti e oltre 3.000 spettatori.

Il cuore del progetto Parada è la creazione di numerosi laboratori artistici completamente gratuiti e aperti a tutti, finalizzati alla realizzazione di performance che verranno presentate alla collettività durante la sfilata artistica e creativa che attraverserà le vie della città di Como. I laboratori, luogo di apprendimento e di socializzazione, attivati nella provincia di Como nei mesi precedenti l’evento, sono condotti da maestri che condividono gratuitamente le proprie esperienze e competenze artistiche. In particolare si parlerà di “effetto serra”, surriscaldamento globale, scioglimento ghiacciai, deforestazione, inquinamento ambientale attraverso plastica, petrolio, tutti i suoi derivati e tutti i propellenti fossili, pesticidi e scorie radioattive. Suoni, danze e spettacoli per le vie del centro di Como che vengono da lontano e guardano lontano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.