Paraolimpiadi in archivio, Stillitano torna in Italia
Sport

Paraolimpiadi in archivio, Stillitano torna in Italia

Santino Stillitano, portiere della Nazionale paralimpica di hockey Santino Stillitano, portiere della Nazionale paralimpica di hockey

E’ atteso questa sera poco dopo le 22 il ritorno in Italia di Santino Stillitano, il comasco reduce dalle Paraolimpiadi di PyeongChang, in Corea del Sud. L’hockeista atterrerà a Linate, deluso, ma con la consapevolezza di avere conquistato un risultato storico per la nostra Nazionale. Una rete della Corea del Sud a pochi istanti dal termine ha infatti tolto all’Italia dell’hockey su ghiaccio il sogno di conquistare la medaglia di bronzo paralimpica. La finale per il 3° e 4° posto ha infatti visto il successo dei padroni di casa per 1-0, in rete con Jang a tre minuti dalla fine.  Per l’Italia  rimane il rimpianto di avere fallito qualche occasione di troppo sottoporta, unita però alla consapevolezza che questa medaglia di legno segna una importante crescita per una disciplina che di fatto nel nostro Paese viene praticata da Torino 2006. L’oro è andato agli Stati Uniti, che con una rete all’overtime hanno sconfitto per 1-0 il Canada.

Al di là della delusione per il mancato podio, il quarto posto degli azzurri rimane un risultato storico per la squadra tricolore, che si è laureata migliore team europeo (le altre semifinaliste, oltre alla Corea, erano infatti gli Stati Uniti e il Canada). «Abbiamo dato tutto – ha commentato  dalla Corea Stillitano  – e siamo amareggiati perché siamo stati vicinissimi a raggiungere l’obiettivo della medaglia. Peccato per le situazioni favorevoli che non siamo riusciti a sfruttare contro quella che rimane comunque una formazione composta da professionisti dell’hockey paralimpico».

Tifosi azzurri a PyeongChang

La squadra azzurra è infatti composta da atleti che nella vita di tutti i giorni, contrariamente ai coreani, fanno un altro lavoro: Stillitano, ad esempio, lavora in una azienda alimentare di Anzano del Parco. «Sono orgoglioso dei miei ragazzi – dice da parte sua il commissario tecnico dell’Italia Massimo Da Rin – Hanno giocato con cuore e disciplina. Purtroppo siamo stati puniti da un episodio, con la rete di un giocatore che prima era stato sempre controllato bene dalla nostra difesa».

19 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto