Parcheggi del centro: settimana decisiva

alt L’allargamento della Ztl
(f.bar.) Si apre una settima decisiva per il futuro della Zona a traffico limitato. O almeno così sperano i commercianti del centro. Già domani – o al più tardi entro metà settimana – il sindaco di Como, Mario Lucini, incontrerà il numero uno di Confcommercio Giansilvio Primavesi. Sul tavolo la richiesta – avanzata ormai da settimane – di una soluzione, almeno parziale, per la carenza di parcheggi in centro. Specialmente nelle aree a ridosso della Ztl. La cancellazione di numerosi posti auto a pagamento in queste aree è infatti, ormai da mesi, indicata dai negozianti come causa principale del crollo nel giro di affari.

 

«Attendo la chiamata del sindaco e speriamo sinceramente che ci venga presentato qualche rimedio percorribile anche per noi. Sentiremo con attenzione cosa è stato studiato. Ci auguriamo non si tratti della riproposizione di vecchie idee, tipo il potenziamento dei collegamenti o nuove promozioni per l’autosilo della Valmulini», dice Giansilvio Primavesi, numero uno di via Ballarini.
Dalle ultime notizie dovrebbe trattarsi di ulteriori posti auto da prevedere in prossimità dell’area a traffico limitato. È comunque stata esclusa l’opzione, già ampiamente dibattuta in passato, di ricavare alcuni parcheggi nella zona a ridosso dei binari della stazione di Como Lago, di proprietà delle Nord.
«Ancora pochi dettagli e saremo pronti per l’incontro con Confcommercio», ha aggiunto il sindaco Lucini. Intanto, sempre sulla Ztl, interviene nuovamente l’avvocato Mario Lavatelli che sta seguendo il ricorso al Tar presentato dal comitato “Como Di Tutti”. «Il ricorso è stato notificato al Comune di Como. Entro mercoledì invece verrà depositato al Tar. Dopodiché bisognerà attendere almeno un mese prima di conoscere quale sarà la decisione», spiega l’avvocato Lavatelli.

Nella foto:
Dalla protesta al dialogo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.