Partito il cantiere del progetto “Racconti cernobbiesi”

Cernobbio

In collaborazione con l’attrice e formatrice teatrale cernobbiese Olga Bini, il Comune di Cernobbio lancia “Racconti Cernobbiesi”. Il progetto, sviluppato fra la primavera e l’inizio dell’estate 2021 e approvato dall’Amministrazione Comunale prima delle recenti giornate di grave maltempo, vuole essere un messaggio di speranza per una cauta ma ottimistica ripartenza.

Il progetto infatti coinvolge molto da vicino la cittadinanza: su base volontaria, i Cernobbiesi potranno partecipare ad una raccolta di storie, ricordi, vicissitudini legate alle tradizioni e usanze locali. Sulla base delle loro testimonianze verranno elaborati quattro racconti che, nel mese di settembre, saranno messi in scena attraverso una lettura teatrale in diversi luoghi di Cernobbio “site specific”, scelti in un secondo momento in base ai contenuti delle narrazioni.

Fino al 6 agosto è possibile aderire in qualità di testimoni contattando l’Infopoint: +39 347 881 8532 oppure infopoint@comune.cernobbio.co.it (venerdì-lunedì, 10-13 e 14-18).


La volontà è di coinvolgere sia la popolazione anziana, preziosa memoria storica, sia giovani cittadini, nella raccolta di testimonianze verbali ma anche oggetti che possano “raccontare” vissuti ed emozioni.

Le modalità di incontro verranno stabilite in base alla disponibilità e alle preferenze di ognuno (in presenza in maniera collettiva o singola, oppure attraverso interviste telefoniche) e nel rispetto delle normative legate all’emergenza sanitaria; i luoghi, secondo le preferenze dei cittadini coinvolti, in modo da agevolare gli spostamenti (es. Centri Civici o altri spazi comunali).

A settembre verranno poi messi in scena gli elaborati attraverso una lettura teatrale con accompagnamento musicale, con l’interpretazione della stessa attrice Olga Bini e l’eventuale partecipazione volontaria dei testimoni che aderiranno al progetto.

“Abbiamo lanciato l’iniziativa in un periodo di generale difficoltà, per l’epidemia di covid-19 ma anche per i recenti disastri dovuti al maltempo, perché crediamo che sia importante ritrovarsi e promuovere occasioni di socializzazione, soprattutto per gli anziani che spesso si trovano in situazioni di solitudine. Il materiale raccolto verrà rielaborato e messo in scena attraverso quattro racconti inediti: i cittadini saranno parte integrante di una nuova proposta culturale, inclusiva e unica, perché nata dal loro vissuto, e che permetterà di dare voce e di mantenere viva la storia locale. Potranno vedere rappresentati i ricordi di una vita” spiega la vice-sindaco e assessore alla Cultura Maria Angela Ferradini.

“Questo progetto sarà anche occasione per promuovere dal punto di vista turistico il nostro territorio e la cultura locale, incontrando le esigenze dei viaggiatori contemporanei che cercano proposte autentiche, a contatto con la comunità locale. La vacanza, infatti, non è più concepita come un semplice soggiorno di villeggiatura ma come un’esperienza di vita che arricchisca il proprio bagaglio culturale; crediamo quindi che questa proposta basata sull’incontro con persone e storie reali possa lasciare un ricordo speciale e indelebile, incontrando i desideri dei nostri ospiti” aggiunge l’assessore al Marketing Territoriale Mario Della Torre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.