Porte aperte per tutto il mese al Santuario di San Pancrazio

San Pancrazio

Porte aperte a San Pancrazio. Il Santuario, situato su un percorso antico che da Osteno saliva verso le frazioni di Verna e Scaria, fino al 31 agosto potrà essere ammirato fruendo di visite guidate, tutti i giorni, dalle 15.30 alle 18.30. La località si raggiunge dal centro di Ramponio, proseguendo oltre il campo sportivo.
Il Santuario di San Pancrazio è dedicato ad un giovanissimo martire del IV secolo e venerato dagli abitanti della Valle. Fin dal XVI è una meta di pellegrinaggi. Il nucleo più antico dell’edificio sacro risale probabilmente alla prima metà dell’XI secolo ed era orientato con l’abside a levante. Di questo primitivo edificio (secondo la tradizione sarebbe la cappella di un antico castello), rimangono la piccola abside semicircolare ed il robusto campanile romanico. Altri edifici religiosi che possono essere visitati, l’Oratorio di Sant’Antonio ai Monti, e le chiede di Sant’Ambrogio e San Benedetto. Merita una visita anche la Cappelletta detta “della Madonna della nostra bandiera” – sulla strada per raggiungere la località Caslè – edificata durante la Prima Guerra Mondiale da soldati impegnati nella creazione di opere militari di fortificazioni come trincee di difesa.
Un luogo, oltre che di devozione, molto panoramico, da dove si vedono bene le montagne del Porlezzese, della Svizzera e, in lontananza, i rilievi del Lecchese.
L’11 agosto alle 17 un concerto in San Pancrazio sarà tenuto dal maestro Andrea Tamburelli con musiche di Chopin, Beethoven e Liszt. Ingresso a offerta libera a favore dei restauri del santuario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.