Passaggio a livello di viale Lecco, ecco la monorotaia sopraelevata

La monorotaia sopraelevata

Mentre la politica si interroga sulle conseguenze nefaste per la viabilità, c’è chi propone scenari avveniristici per risolvere il caso dei tempi dei passaggi a livello di viale Lecco, che tra pochi giorni con l’entrata in vigore di nuovi dispositivi di sicurezza, saranno più che doppi rispetto a quelli attuali.
E, rendering alla mano, risponde all’accorato appello lanciato nei giorni scorsi dal Comune di Como, presentando l’idea rivoluzionaria di una monorotaia sopraelevata.

A illustrarla l’architetto Fernando De Simone specializzato in trasporti, tunnel e costruzioni sotterranee e sottomarine e rappresentante della società svizzera Intamin Transportation. Stop dunque al passaggio a livello e via libera a un trenino che passerà sopra le auto sfrecciando verso Como Lago senza creare ingorghi e blocchi stradali. «La monorotaia è sorretta da piloni in acciaio dal diametro di 1 metro, alti circa 5 metri e distanziati di circa 35-40 metri, installati vicino al binario di Ferrovie Nord, da Como Grandate a Como Lago – spiega l’architetto De Simone – L’impatto su tutto l’ecosistema sarebbe di gran lunga inferiore, e sarebbero eliminati i passaggi a livello. La struttura idonea a trasportare mille passeggeri ora per direzione (estendibile a 5mila), ad una velocità massima di 80 chilometri orari, costerebbe circa 20 milioni di euro al chilometro e potrebbe essere realizzata in 2 anni».

Un progetto dunque proiettato decisamente nel futuro e dai costi elevati. «Avendo una concessione di 40 anni, con la gestione di alcuni parcheggi vicini alle fermate, si troverebbero anche i finanziatori», spiega l’architetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.