Passeggiata lungo la “Greenway del Lago” da Colonno a Griante tra paesaggi mozzafiato

Ossuccio

La “Greenway del Lago” è una piacevole passeggiata, lunga circa 10 chilometri, che da Colonno porta fino a Cadenabbia di Griante e che segue tratti dell’antica Strada Regina.
Si snoda attraverso i comuni di Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante, in parte appena sopra gli abitati e in parte sul lungolago. Lungo la Greenway si possono così riscoprire i borghi storici, gli scorci rurali, i paesaggi di lago, dimore affascinanti e bellissimi giardini.
È possibile percorrerla sia interamente, in circa 3 ore e mezzo, sia immettendosi sul tracciato in diversi punti di incrocio con la rete stradale e con i servizi pubblici (autobus e battelli della Navigazione, che possono essere utilizzati anche per il ritorno). Il percorso è suddiviso in 5 tratti, con un tempo medio di percorrenza di 40 minuti ciascuno.
Il primo tratto
La camminata ha inizio a Colonno, all’entrata sud dell’abitato e termina a Mezzegra. Il percorso si immette nel centro storico del paese e prosegue verso Sala Comacina. Dalla cappelletta di San Rocco si lascia la strada asfaltata per seguire un tratto di sentiero che vanta una magnifica vista sull’Isola Comacina.
Una volta a Ossuccio – nella foto. si può visitare la chiesa di San Giacomo, databile tra il X e il XII secolo. Dopo il ponte sul torrente Perlana si entra nell’abitato di Campo di Lenno. Fra stretti vicoli e discese si arriva fino a Villa Monastero. Giunti a Dosso di Lavedo, è possibile effettuare una deviazione per visitare Villa Balbianello oppure proseguire fino al Lido di Lenno. Dall’imbarcadero di Lenno una passerella sul torrente Pola porta a un’area a lago a ridosso dell’Hotel San Giorgio. Risalendo qui un viottolo in acciottolato si attraversa la Statale Regina e si sale verso il borgo di Mezzegra sbucando su via Pola e girando a destra.
Al successivo bivio, dopo la chiesa di San Giuseppe, si prosegue verso la chiesa parrocchiale di Sant’Abbondio dal cui sagrato si gode uno spettacolare panorama sul promontorio di Bellagio. Passata la chiesa, si prosegue in discesa costeggiando la Casa dei Presepi per arrivare al settecentesco Palazzo Brentano.
Il percorso prosegue fino alla frazione di Bonzanigo per poi sbucare nei pressi di Palazzo Rosati. Passato il ponte di Bolvedro si entra nel borgo di Tremezzo.
Da Tremezzo a Griante
Passato il nucleo storico di Bolvedro si scende fino ad arrivare al lago. Da questo punto, fino alla fine della Greenway, si costeggerà il lungolago attraverso un percorso protetto a fianco della Statale Regina. Subito dopo Bolvedro, sulla sinistra, si supera Villa La Quiete e si prosegue lasciando sulla sinistra la chiesa parrocchiale di San Lorenzo e si entra nel parco Teresio Olivelli. Da qui, attraverso una scalinata progettata dall’architetto razionalista Lingeri, si arriva nell’area del complesso Villa Meier da cui si può proseguire verso le altre pittoresche frazioni del paese. Usciti dal parco, sempre seguendo il lungolago, si incontra Villa Mainona, sede del Museo del Paesaggio del Lago di Como per poi arrivare nel centro di Tremezzo. Merita una visita, se si ha tempo, Villa Carlotta con il suo splendido parco botanico.
Subito dopo Villa Carlotta si entra nel comune di Griante. Il percorso prosegue verso l’Imbarcadero di Cadenabbia situato di fronte alla Chiesa Anglicana dell’Ascensione e attraversa la frazione di Maiolica. L’ultimo tratto della Greenway si snoda da Cadenabbia in direzione di Menaggio e costeggia il lungolago con vista sulle ville di Griante.
Si giunge a un piccolo bar sulla spiaggia, in prossimità della fermata dell’autobus. Qui ha termine la Greenway del Lago.
Per informazioni sulle tappe si può consultare il sito www.greenwaylagodicomo.com. Il sito fornisce anche informazioni utili sui locali di ristoro, il pernottamento e gli spostamenti. Ci sono anche dettagliate descrizioni dei comuni toccati lungo il cammino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.