Pedemontana, obiettivo Olimpiadi

Pedemontana, indicazioni pedemontana

Pedemontana: Regione Lombardia punta a completare l’autostrada entro le olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026.
Secondo quanto riportato ieri dal quotidiano “La Repubblica”, è infatti pronto un accordo extragiudiziale tra la società Pedemontana e Strabag, il colosso austriaco che, tramite una controllata, ha realizzato la prima e unica parte di autostrada esistente, da Cassano Magnago (Varese) fino a Lentate sul Seveso. L’azienda austriaca di costruzioni aveva poi presentato extracosti decisamente “salati”, ridotti nell’ultima richiesta a 400 milioni di euro.
Nell’accordo sul piatto Pedemontana riconoscerebbe al colosso d’oltralpe Strabag 25 milioni e l’azienda sarebbe inoltre libera di partecipare a nuove gare d’appalto internazionali anche dopo la rescissione del contratto.
Su questo accordo a inizio settembre dovrà esprimersi però anche l’Anticorruzione.
Se la risoluzione consensuale tra Pedemontana e Strabag andasse in porto, Regione Lombardia potrebbe rimettersi in moto per la costruzione delle tratte B2 e C (Lentate-Cesano Maderno-Vimercate), che attraversano la Brianza e che, proprio in virtù del posizionamento, sono potenzialmente più remunerative rispetto alla parte varesina, e quindi in grado di attrarre partner privati di peso.
Tra le ipotesi sul tavolo, anche l’inserimento di Pedemontana nella galassia Ferrovienord. L’obiettivo, secondo i più ottimisti, il sogno secondo gli scettici, è riaprire i cantieri entro il 2020 e completare l’autostrada entro le Olimpiadi invernali del 2026. Nel progetto della Pedemontana, è bene ricordarlo, è inserita anche la tangenziale di Como, della quale fino ad ora è stato costruito solamente il primo lotto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.