Pedemontana, sconti ai mezzi pesanti e ai “fedelissimi”

L'autostrada Pedemontana

Da una parte l’adeguamento tariffario previsto per il 2019 che ha portato a un incremento dei pedaggi dello 0,5% dal 1° gennaio, congelato fino al 31 gennaio. Dall’altra, forme di incentivi e promozioni per cercare di riempire una arteria viabilistica che – nonostante l’importanza, ma visti i costi – rimane desolatamente poco utilizzata.
Autostrada Pedemontana Lombarda (Apl) ha dato avvio – con un annuncio giunto ieri – ad una fase sperimentale in cui verranno posti sul piatto due importanti iniziative promozionali, con significativi sconti dedicati agli utilizzatori abituali delle tangenziali e agli autotrasportatori. Agevolazioni che entreranno in vigore dal 1° febbraio e rimarranno attive fino al 30 giugno. Cinque mesi che saranno importanti per valutare la portata delle sperimentazioni.
La prima iniziativa coinvolge gli autotrasportatori e tutti i conducenti di mezzi di classe 2, 3 e 4, ovvero autoveicoli con rimorchio, furgoncini, furgoni, camion, pullman, Tir e veicoli di classe 3 con rimorchio. Lungo le tangenziali di Como e di Varese, tutte queste categorie pagheranno come fossero auto o moto, con sconti che (ad esempio per i Tir) potranno arrivare al 50%. Unico requisito è il possesso di Telepass o Conto Targa. L’intenzione di Autostrada Pedemontana Lombarda è evidente e sottolineata dalla stessa società: «Incentivare l’utilizzo delle tangenziali da parte degli autotrasportatori, alleggerendo così il traffico che grava sulla viabilità ordinaria».
Per gli utilizzatori abituali dell’intera rete di Apl, invece, viene proposto uno sconto del 20% sul pedaggio, che entrerà in vigore a partire dal 6° giorno di utilizzazione (anche non consecutivo) delle strade di Pedemontana. Insomma, già dal sesto giorno di utilizzo – calcolato nell’arco di un mese – ci sarà la annunciata decurtazione. Dal mese successivo si ripartirà poi con il conteggio dei giorni.
Pedemontana ha anche annunciato che «dal 1° febbraio tutti i clienti Conto Targa e gli utenti registrati al pagamento online potranno attivare un nuovo contratto Telepass usufruendo di agevolazioni sul costo del canone».
Basterà tutto questo per riempire le carreggiate di auto e mezzi pesanti?
A fine giugno avremo la risposta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.