Per il monossido morta donna di 45 anni

Intossicati figlio marito e vicino. Forse causa è stata caldaia

(ANSA) – CREMONA, 3 GEN – Una donna di 45 anni è morta la notte scorsa per aver respirato il monossido di carbonio in un appartamento a Pieve d’Olmi, nel cremonese. Intossicati il figlio, il marito e un vicino di casa. Le esalazioni potrebbero essere state causate dal malfunzionamento della caldaia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.