Pestaggio in viale Lecco. Lasciato esanime sui binari: in quattro a processo

tribinale como palazzo di giustizia

Sono accusati di un brutale pestaggio andato in scena in centro a Como, in viale Lecco, l’11 dicembre del 2015. Tutti e quattro erano tra gli imputati del processo a carico del gruppo di giovani che terrorizzava i locali notturni di Cantù. Si tratta di due ragazzi di Cermenate e di due di Cantù. La Procura contesta loro il pestaggio in gruppo di un giovane di Como, 27anni, massacrato di calci e pugni all’esterno di un locale di viale Lecco, in pieno centro. La vittima fu abbandonata priva di sensi sui binari e con i pantaloni abbassati. Riportò fratture al volto, con 20 giorni di prognosi per i colpi subiti.
Il processo ha visto sfilare di fronte al giudice monocratico Luciano Storaci, tutti i testimoni. Le accuse parlano di lesioni aggravate in concorso. Le versioni delle parti sono però contrastanti, soprattutto sul punto di chi avrebbe iniziato a muovere le mani. Il titolare dell’attività commerciale dove iniziarono le scaramucce ha poi aggiunto che il pestaggio avvenne fuori, ma non ha saputo indicare se vi parteciparono tutti e quattro gli indagati. Il giudice ha poi rinviato tutto a novembre dove dovrebbe essere sentito uno dei ragazzi a processo. Poi sarà il turno delle conclusioni e, probabilmente, della sentenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.