Petrunya e Frida Kahlo, sguardi al femminile

Il film dedicato a Frida Kahlo è in programma il 26 luglio al Parco del Grumello

Film all’aperto al Museo “Garibaldi” e al Parco del Grumello

Ha stupito e fatto riflettere “Dio è donna e si chiama Petrunya”, il film riproposto domani, giovedì 23 e venerdì 24 luglio per la rassegna di cinema all’aperto “35 mm tra la luna e le stelle”. Girato dalla regista macedone Teona Strugar Mitevska, autrice molto amata dalla Berlinale, il film è una dura presa di posizione contro il maschilismo e il tradizionalismo più retrivo dei Blacani. Il plot però non cade nella retorica, non dà lezioni di morale e lascia allo spettatore (vedi il finale) trarre da sé le proprie conclusioni. Petrunya (interpretata dalla bravissima Zorica Nusheva) è una ultratrentenne disoccupata costretta a vivere con gli ingombranti genitori. Dopo l’ennesimo colloquio di lavoro andato male, Petrunya incappa per caso nel mezzo di una cerimonia religiosa alla quale posso partecipare solo uomini. Durante il rito, una croce di legno viene gettata nel fiume e chi la recupera avrà un anno di felicità. Petrunya, incurante delle conseguenze, decide di sfidare questa credenza religiosa maschilista e si tuffa nel fiume, raccogliendo per prima la croce. Il suo gesto getta nello scompiglio tutta la comunità laica e religiosa. Il film viene proiettato nel cortile del Museo storico “Giuseppe Garibaldi” in piazza Medaglie d’Oro a Como, alle ore 21.30. Ingresso (7 euro) consentito solo tramite prevendita online al sito www.spaziogloria.com/biglietteria. In caso di previsto maltempo la proiezione si terrà presso il Cinema Gloria di via Varesina 72 a Como.
L’arte sul grande schermo
Il Circolo Arci Xanadù e Villa del Grumello propongono il ciclo di film “Schermi d’arte”. Dal 26 luglio, per quattro domeniche, nel parco del Grumello, ci si potrà immergere nel mondo della grande arte dal moderno al contemporaneo.
Domenica 26 luglio, sarà la volta di “Frida – Viva la vida” di Gianni Trolilo. Il documentario narra la vita di Frida Kahlo, icona pioniera del femminismo e artista libera di esprimersi per mezzo della pittura. Un viaggio tra interviste esclusive, documenti d’epoca e l’immersione nelle opere della Kahlo. Gli altri tre film in programma sono: il 2 agosto “Caravaggio – L’anima e il sangue” di Jesus Garces Lambert, il 9 agosto “Boom for real” dedicato a Jean-Michel Basquiat e il 16 agosto “Ermitage – Il potere dell’arte” di Michele Mally. Proiezioni alle 21.30. Info: www.villadelgrumello.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.