Piacenza-Como, lo sfogo di Gattuso: «Critiche ingiuste»

Como AlbinoLeffe

Il Como capolista, reduce dallo scivolone al Sinigaglia nel turno infrasettimanale contro l’AlbinoLeffe, oggi torna in campo alle 17.30 in trasferta a Piacenza nella 32ª giornata di campionato di serie C.
La squadra di mister Giacomo Gattuso è in vetta alla classifica con 59 punti, seguita dalla Pro Vercelli con 58 punti e dal Renate a quota 55. Nella formazione lariana mancherà Giovanni Terrani, squalificato per due match dopo un cartellino rosso per offese alla terna arbitrale.
Un turno che deve fare i conti con l’emergenza Covid. È stata infatti rinviata la partita di lunedì prossimo tra Renate e Pergolettese per un focolaio nella squadra di Crema. Stop anche per Olbia e Juventus Under 23.
Nel gruppo squadra sardo ieri è emerso un nuovo contagio (finora sono sei in totale). A rischio, a questo punto, anche il recupero di Olbia Como in programma mercoledì prossimo in Sardegna. Si attende una decisione ufficiale della Lega Pro, a il dubbio, con tutta questa lunga serie di rinvii, è se davvero si riuscirà a completare la regular season entro il termine previsto del 25 aprile.
Ma per il Como è tempo di pensare alla trasferta odierna con il Piacenza. «Il primo vero allenamento verso questo match – ha detto l’allenatore Giacomo Gattuso – è stata la rifinitura del sabato. Nei giorni precedenti la squadra risentiva ancora dell’affaticamento dopo l’incontro di mercoledì con l’AlbinoLeffe. Abbiamo prima puntato sul recupero delle energie e poi nell’ultima seduta ci siamo concentrati sulla partita di Piacenza».
L’allenatore tiene a sottolineare con fermezza: «Parlo con il cuore di tifoso – spiega – Rimango male quando vedo critiche pesanti. Bisognerebbe ricordarsi a che punto era la squadra mesi fa quando mi è stata affidata. Accettando questo incarico ho provato a rischiare, schierando una squadra coraggiosa, sbilanciata in avanti e che poteva andare incontro a grosse difficoltà, senza determinati equilibri. Ne è uscita una cavalcata incredibile e siamo arrivati primi in classifica».
Il mister tiene ad aggiungere: «Non capisco quindi tante critiche, visto che siamo pur sempre primi in classifica e può capitare di perdere. I ragazzi ci rimangono male e io so quello che hanno dato. Tutti vogliamo la serie B e servono entusiasmo ed incoraggiamenti, perché questi aspetti possono influire sulle prestazioni e sui risultati. Certe affermazioni fanno male pure a me, anche se io e il gruppo abbiamo la forza di reagire e di fare ancora meglio. Fino all’ultimo non lasceremo nulla di intentato per rimanere in vetta».
Sul match odierno in terra emiliana Giacomo Gattuso spiega: «Abbiamo preparato tutto verso un partita complicata e difficile. Il Piacenza in casa ha sempre fatto bene anche contro squadre di alta classifica e lotta per salvarsi. Il suo stadio è un fortino».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.