Piazza Volta come i Navigli di Milano, controlli costanti

Piazza Volta

«Micro episodi, che si ripetono con una frequenza preoccupante». Piazza Volta è monitorata da mesi, come ha spiegato il prefetto di Como Andrea Polichetti e sono ancora in corso gli accertamenti su diversi episodi che hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. L’ultimo in ordine di tempo nello scorso fine settimana, quando nel centro cittadino sono arrivati gli agenti delle volanti della questura, per la segnalazione di un litigio tra giovani degenerato in violenza. Sono state acquisite le immagini delle telecamere e, anche se ancora non risultano provvedimenti, le indagini sono in corso.

«Interveniamo ogni volta che c’è una chiamata o che viene segnalato un problema – sottolinea il questore di Como Giuseppe De Angelis – Non c’è una zona in particolare in cui la situazione sia di emergenza, ma nei punti di maggiore aggregazione ci sono forti probabilità che si verifichino momenti di tensione o episodi che richiedono un pronto intervento della polizia. Quando capita arriviamo tempestivamente e facciamo i necessari accertamenti».

Piazza Volta è uno dei punti più frequentati per la “movida” nel capoluogo lariano. «È una zona equiparabile a quelle di Milano dei Navigli o di Brera – sottolinea sempre il Questore di Como – Dove ci sono molti locali che legittimamente sono aperti fino a tarda ora e attirano tante persone, soprattutto giovani, il rischio caos è inevitabile. Se la situazione degenera o c’è un problema interveniamo e verifichiamo». Le indagini sugli ultimi episodi nel frattempo proseguono. «Gli accertamenti sono in corso, anche sulle immagini delle telecamere di sicurezza e stiamo facendo le verifiche del caso e se ci saranno provvedimenti li comunicheremo – conclude il Questore Giuseppe De Angelis – Gli agenti della polizia locale fanno la loro parte sulla sicurezza urbana a la collaborazione con tutte le istituzioni è massima e costante».

Un tema quello dibattuto che già in un recente passato è stato al centro delle cronache. Basta infatti risalire solo a pochi giorni fa, per la precisione all’8 settembre scorso, quando una banda di ragazzini che si aggirava per il centro storico ha preso di mira un 37enne di origine pakistana, avvicinato mentre transitava in piazza Volta a Como. Fermato con un pretesto, quello di chiedere una sigaretta, al diniego, il 37enne straniero sarebbe stato colpito al volto con un pugno rimanendo stordito.

E andando ancora indietro di qualche mese si arriva allo scorso 8 luglio, quando vennero arrestati due minorenni di 16 e 17 anni che, lo scorso ottobre, in piazza Volta avevano brutalmente rapinato un 27enne turco.
A sfogliare le cronache recenti non bisogna quindi tornare molto indietro per vedere come, sempre in centro, tra i Portici Plinio e piazza Roma, lo scorso 16 giugno un minorenne venne rapinato da una baby gang.
E ancora lo scorso primo giugno invece si erano vissuti momenti di follia, sempre in piazza Volta, dove un 34enne tedesco aveva dato in escandescenze prendendosela con alcuni presenti e danneggiando gli arredi di un locale. Per finire, circa 8 mesi fa, ancora una baby gang in azione sempre in piazza Volta contro un minore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.