Piazza Volta, nei weekend più controlli contro risse e degrado

Polizia piazza Volta

Assembramenti, risse tra giovani e degrado: il caso piazza Volta esplode in consiglio comunale. Mercoledì sera in aula duro confronto tra il consigliere Alessandro Rapinese e l’assessore alla Sicurezza del Comune di Como, Elena Negretti.
Al centro della querelle una delle zone più frequentate di Como, negli ultimi giorni finita sulle pagine di cronaca per episodi di violenza tra giovani e movida sfociata nel mancato rispetto delle regole anti-contagio.
«Perché stiamo consentendo di guastare la qualità del divertimento dei comaschi? È una violenza inaudita nei confronti di tutta la collettività. Perché l’amministrazione ha consentito questo progressivo imbarbarimento della zona?», sono gli interrogativi lanciati del consigliere Rapinese che mercoledì sera si è fatto portavoce delle lamentele dei residenti della piazza. A rispondere è stata l’assessore alla Sicurezza Elena Negretti. «A partire da venerdì prossimo arriveranno due pattuglie notturne che vigileranno durante il weekend – dice l’assessore – In aggiunta, nelle giornate di sabato e domenica, saranno presenti anche agenti a piedi con unità cinofila».
L’attacco di Rapinese è proseguito anche su Facebook la mattina successiva al consiglio comunale quando ha nuovamente contestato l’assessore Negretti per aver annunciato, durante la diretta streaming del consiglio comunale, i provvedimenti decisi per il fine settimana alle porte, a partire dalla presenza in piazza Volta di una unità cinofila utilizzata proprio per cercare la presenza di droga, vanificando – secondo il consigliere Rapinese – l’effetto sorpresa dei controlli di polizia.
Infine, sulla questione è intervenuto anche Azione Como, con una lettera indirizzata all’amministrazione comunale firmata da Fulvio Martello, referente provinciale. «Gli avvenimenti degli ultimi giorni che si sono verificati in centro e che si protraggono ormai da molti mesi, non possono lasciarci indifferenti – si legge nella lettera – Non vogliamo rimarcare la situazione di disagio, ma non possiamo aspettare la prossima rissa – o qualcosa di peggio – perché le cose cambino». Adesso sarà inevitabile osservare cosa potrà accadere nel nuovo weekend alle porte sia in piazza Volta che in altri luoghi della città.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.