Piazza Volta, primi effetti negativi dello stop alle auto

alt In via Garibaldi si spera di poter mettere i tavolini all’aperto
Domenica alcuni esercenti hanno chiuso molto presto per totale mancanza di clienti
(f.bar.) Commercianti sempre più irrequieti anche in piazza Volta.
A distanza di una settimana dall’avvio della nuova Zona a traffico limitato, iniziano a farsi sentire i primi mugugni. E cominciano anche a riecheggiare le parole d’ordine lanciate per mesi in piazza Roma.
A partire dai bar e dai ristoranti di piazza Volta che hanno già segnalato, in alcuni casi, un primo calo nel giro di affari. Domenica scorsa, alcuni locali hanno chiuso in anticipo per mancanza di clienti.

«Purtroppo, cancellando tutti i posti di via Rubini e della piazza non hanno fatto altro che desertificare l’area. Non c’è più la rotazione nei parcheggi che prima garantiva un passaggio frequente di clienti anche soltanto per il tempo necessario a prendere un aperitivo», dicono in coro alcuni negozianti.
E così anche nel giorno festivo, complice probabilmente pure il tempo non proprio splendido, «alcuni di noi hanno tirato giù la serranda alle 20. Le persone in giro sono sempre meno», continuano alcuni esercenti. Altro tema dibattuto è l’elevato numero di posti bianchi riservati alle moto. Sia in via Garibaldi sia in via Grassi.
Qui, alcuni locali che prima mettevano i tavolini all’aperto sono in apprensione perché ancora non sanno se sarà loro concesso l’utilizzo dello spazio adesso occupato in toto dagli stalli per le moto. A breve la risposta del Comune.

Nella foto:
I posti per le moto potrebbero impedire ad alcuni esercenti di piazzare all’esterno dei locali i tavolini durante la bella stagione (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.