Piero Bucchi è il nuovo allenatore della Pallacanestro Cantù

Basket 2019 2020 Cantù Virtus Roma Piero Bucchi

Piero Bucchi è il nuovo allenatore della Pallacanestro Cantù. Bolognese, classe 1958, Bucchi sostituisce Cesare Pancotto, esonerato dopo la brutta sconfitta dell’Acqua S.Bernardo domenica scorsa a Pesaro. Oggi il primo allenamento con la sua nuova squadra.
In questa stagione Bucchi aveva iniziato il campionato alla guida di Roma, formazione che per problemi economici si è fermata dopo aver comunque preso il via del torneo tricolore.
Nel palmares del nuovo tecnico della Pallacanestro Cantù due Coppe Italia, una Supercoppa, quattro promozioni dalla A2 alla A1 e il premio come migliore allenatore italiano nel 2000.
Prima di Cantù Piero Bucchi ha guidato, nell’ordine, Rimini, Treviso, Slask Breslavia, Napoli, Virtus Roma, Olimpia Milano, Brindisi, Pesaro e Juve Caserta.
Nato il 5 marzo del 1958, il coach emiliano ha all’attivo 623 presenze in serie A con 329 successi. Sono 56, inoltre, le panchine in A2, che si aggiungono alle 161 collezionate tra coppe nazionali e coppe europee. In campo internazionale ha allenato per sette stagioni in Eurolega
Oggi è prevista la presentazione ufficiale del nuovo allenatore della formazione brianzola; l’esordio in panchina domenica alle 16 nella gara-salvezza contro Varese, il derby che era stato inizialmente programmato per lunedì sera.
Proprio Varese, in questo momento, è la compagine che occupa l’ultimo posto (che significa retrocessione) della serie A. Il team guidato da Massimo Bulleri ha due punti in meno rispetto a Cantù (penultima) e deve recuperare una serie di incontri che sono saltati nelle ultime settimane a causa dell’emergenza per il Covid.
Il primo sarà oggi alle 18 contro Trieste; seguiranno quelli con Brindisi (il 4 febbraio), Brescia (il 10) e Fortitudo Bologna (il 14).
Generalmente le formazioni – Cantù per prima – che sono state ferme a causa del Covid ne hanno risentito. Ma se Varese dovesse ingranare la marcia, la situazione per l’Acqua S.Bernardo si complicherebbe ulteriormente.
Ecco perché la sfida d’esordio di Bucchi, domenica al PalaDesio, sarà uno snodo decisivo in chiave salvezza. La società gli chiede di dare una sferzata dopo le ultime sconfitte.
In alcuni casi la squadra brianzola ha lottato, ma domenica scorsa sul campo di Pesaro è arrivata una disfatta sotto ogni punto di vista. L’unica consolazione, la buona prestazione del giovane Gabriele Procida: il 18enne comasco è diventato il terzo giocatore più giovane nella storia del basket italiano a finire una gara con 24 o più punti segnati.
Un punto da cui ripartire, anche se a Bucchi si chiede soprattutto di ridare la sveglia ai giocatori più esperti della squadra, che nell’ultima trasferta hanno offerto una prestazione decisamente negativa, senza quella determinazione che la società ha ripetutamente sollecitato in questa fase delicata.

Basket 2019 2020 Cantù Virtus Roma Piero Bucchi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.