Pillole di “audio” astronomia per conoscere le stelle

L'osservatorio del Monte Calbiga

L’iniziativa di divulgazione dell’astrofilo comasco Luigi Viazzo

Guardare il cielo attraverso racconti narrati dagli esperti. È il progetto “Audio Astronomia – Parole di Cielo” per far conoscere l’astronomia via audio, senza barriere, in modo da rendere accessibile questa affascinante scienza anche agli ipo e non vedenti. A curarlo è Luigi Viazzo, segretario del Gruppo Astrofili Lariani, in collaborazione con l’astrofilo e divulgatore torinese Salvatore Albano.
Le pillole di “audio astronomia” si possono ascoltare attraverso un canale Telegram (piattaforma di messaggistica istantanea), al cui interno vengono ospitati messaggi vocali facilmente accessibili via smartphone, tablet e computer. Il progetto di Luigi Viazzo – che ha ottenuto il patrocinio dell’Unione ciechi e ipovedenti di Como – propone report e osservazioni in diretta, contenuti divulgativi, articoli letti a voce, oltre che esperienze, brani o poesie sempre letti a voce. Su Telegram si trova digitando “Progetto Audio Astronomia – Parole di Cielo”, ed è possibile visualizzarne l’anteprima cliccando su t.me/audio_astronomia. Si potranno inviare domande e curiosità ad argomento astronomico e osservativo che verranno moderate dagli esperti. Info: www.astrofililariani.org; www uicicomo it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.