Piscina di Muggiò: «Sfiducia per sindaco e Galli»

Como Nuoto pallanuoto piscina di Muggiò

Nuovo scontro in consiglio comunale a Como sulla piscina di Muggiò. Progetto dei privati, tempi per l’avvio dei lavori e ancora, chiarezza e trasparenza. Sono le questioni ancora aperte che gravitano attorno all’impianto.
In aula consiliare Alessandro Rapinese (Lista Rapinese Sindaco) ha annunciato la presentazione di una mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore allo Sport Marco Galli e del sindaco Mario Landriscina.
«Un nuovo palazzetto dello sport entro quattro anni, aveva dichiarato Galli annunciando di poter aprire la nuova struttura entro il 2021 – ha detto Rapinese – Non soltanto la giunta non ha aperto il nuovo palazzetto, ma ha chiuso anche la piscina di Muggiò».
Poi ha aggiunto: «In merito all’impianto natatorio, apprendiamo che il sindaco Landriscina si confronta con i gruppi di maggioranza, mentre la commissione non viene convocata».
Il riferimento è alla richiesta da parte dell’esponente di Fratelli d’Italia Mario Gorla di una commissione comunale specifica sul progetto presentato dai privati Nessi&Majocchi per rifare ex novo la piscina di Muggiò.
Sullo stesso punto si è espresso anche il consigliere del Pd, Gabriele Guarisco: «Una risposta della giunta sulla questione – ha sottolineato – è doverosa per serietà verso i cittadini, le società sportive che stanno patendo tanti disagi e anche nei confronti delle realtà economiche che hanno manifestato l’interesse a intervenire».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.