Piscina di Muggiò, una commissione per valutare la convenzione. Obiettivo: riaprire l’impianto all’inizio del 2020

torneo di nuoto piscina di Muggiò

Piscina olimpica di Muggiò: resta ancora incerta la data di riapertura dell’impianto. Dopo giorni convulsi a Palazzo Cernezzi, con una serie di riunioni che si sono susseguite tra amministrazione e Federazione Italiana Nuoto, da settimane si attende il via libera alla bozza di convenzione. «Prima della pausa natalizia vorremo chiudere la convenzione e magari riuscire a riaprire l’impianto agli sportivi per l’inizio dell’anno nuovo», è la speranza dell’assessore allo Sport del Comune di Como, Marco Galli. Dopo una serie di correzioni, la bozza di convenzione è arrivata a Roma per essere approvata da una commissione ad hoc. «Il nulla osta all’accordo deve necessariamente passare dalla capitale. La commissione si riunirà il prossimo 17 dicembre», spiega ancora l’assessore Galli. Si attende dunque la risposta, perché i lavori di cui l’impianto necessita potranno prendere il via soltanto dopo la formalizzazione della convenzione tra Comune e gestore della struttura, in questo caso la Federazione Nuoto. La piscina è chiusa oramai da cinque mesi e ha creato serie conseguenze alle società sportive con la Como Nuoto che, ad esempio, gioca le sue gare casalinghe a Monza. Sono complessivamente oltre mille i ragazzi costretti a vagare da una piscina all’altra per nuotare. Molte le famiglie che hanno deciso di rinunciare all’attività sportiva dei figli per la situazione divenuta insostenibile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.