Piscina, oggi la commissione decisiva per il nuovo progetto

Piscina Muggiò

Oggi è il grande giorno. Nel primo pomeriggio, rigorosamente a porte chiuse, e quindi in tempi di Covid a monitor di pc spenti per i non convocati, si svolgerà la tanto attesa seduta della Commissione II che si occupa di “assetto del territorio, lavori pubblici, ambiente e trasporti”, con oggetto il futuro della piscina di Muggiò.

Fin dalla convocazione la riunione odierna ha suscitato dubbi e perplessità proprio per la decisione presa di chiudere a esterni la possibilità di assistervi. In ogni caso oggi tutti i dettagli mancanti, sotto ogni profilo, sul progetto di partenariato pubblico privato proposto da Nessi & Majocchi verranno messi sul tavolo e spiegati da tecnici e assessori competenti.
Sarà dunque possibile fare le opportune valutazioni prima di esprimere un giudizio: ovvero schierarsi per il nuovo piano presentato dai privati oppure optare per la ristrutturazione parziale a carico del Comune di Como.

In tal caso servirebbero, secondo la perizia tecnica realizzata dalla società di Napoli e nelle mani del Comune da un mese, 789mila euro per riaprire in sicurezza, spesi al 32% per gli impianti idraulici, al 18% per quelli elettrici, 4% di prevenzione incendio e il restante 56% per opere strutturali.
La perizia ha stimato anche la spesa per dei lavori più snelli, in modo da fare entrare almeno gli atleti delle società sportive. Il conto non cambia di molto, però, ovvero 548mila euro divisi al 46% per l’idraulica, 18% di impianti elettrici, 5% prevenzione incendi e 41% per la struttura.

«Dopo questo delicato passaggio non sarà più possibile perdere ancora del tempo – spiega il consigliere indipendente di Fratelli d’Italia, Mario Gorla – Visto che l’amministrazione sarà così in possesso di tutti gli strumenti per una valutazione, dovrà decidere. Chiederò infatti in maniera netta di riunire quanto prima la giunta affinché venga finalmente adottata una delibera di indirizzo precisa che poi ovviamente passerà in consiglio comunale. Dopo la commissione non ci saranno più scusante per non arrivare a una decisione».

In commissione domani sarà presente anche il consigliere del Pd, Gabriele Guarisco. «Domani (oggi) mi aspetto di conoscere con precisione almeno i tempi entro cui ci si dovrà esprimere. Questo mi sembrerebbe un atteggiamento di buon senso e civiltà, visto che ormai la vicenda si sta trascinando da troppo», spiega Guarisco, che annuncia anche di voler riportare sul tavolo anche il tema relativo alla Ticosa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.